Previsioni Meteo

Sassari | Nuoro | Cagliari | Oristano | Olbia | Tempio Pausania | Lanusei | Tortolì | Sanluri | Villacidro | Carbonia | Iglesias

Nuova super mareggiata in arrivo: onde fino a 8 metri a largo di San Pietro

Nel corso del week end appena trascorso le coste occidentali sono state battute per oltre 48 ore da un’intensa mareggiata, alimentata da raffiche costanti di maestrale che a più riprese hanno raggiunto gli 80 km/h, con altezza d’onda che nel sassarese ha raggiunto i 6 metri. Oggi abbiamo ricevuto uno spettacolare reportage fotografico che immortala la mareggiata abbattutasi nella suggestiva location del faro di Mangiabarche a Calasetta e che vi consigliamo caldamente di ammirare (Mareggiata faro Mangiabarche). La tendenza per il breve termine vede l’arrivo (mercoledì) di un nuovo profondo vortice depressionario che sarà accompagnato da forte maltempo (localizzazione ed intensità dei rovesci/temporali) con sensibile rinforzo della ventilazione di maestrale e nuova spettacolare mareggiata ad ovest con onde che, stando alle ultime elaborazioni modellistiche prodotte da WW3 del Consorzio LaMMA) potrebbero persino raggiungere gli 8 metri sulle coste occidentali dell’isola di San Pietro. La carte che proponiamo si riferisce alle prime ore di giovedi quando la mareggiata raggiungerà la massima intensità. Si attendono onde fino a 4m/5m sulle coste del Sassarese occidentale ed Oristanese (eccetto interno golfo), fino a 5m/6m sulle coste dell’alto Campidano ed Iglesiente e fino a 7m/8m nell’isola di San Pietro. Impressionante il fondo scala previsto dal modello in mare aperto a sud ovest dell’isola dove le onde potrebbero raggiungere i 9m/10m.

Vi richiamiamo agli aggiornamenti di domani.

swh_B_web_50 (1)

Previous Breve tregua, il maltempo tornerà mercoledì
Next La seconda irruzione fredda è partita

About author

Potrebbe piacerti anche questo

Previsioni

Grandi piogge e un po’ di freddo, poi Alta Africana? Febbraio meteo estremo

EVOLUZIONE METEO DAL 18 AL 25 FEBBRAIO La novità meteo di questo mese di febbraio è ormai davvero eclatanti. Non c’è più l’anticiclone e così le perturbazioni riescono a raggiungere

Breve termine

Ci siamo: da giovedì maestrale e calo delle temperature

Finalmente ci siamo: dovremo stringere i denti ancora per 24 ore, probabilmente quelle in cui si raggiungeranno i picchi massimi di calore di questa lunga ed estenuante parentesi anticiclonica di

Breve termine

Ancora vento forte, ma a causa di correnti miti atlantiche

L’elemento meteorologico dominante di questo inizio anno è certamente il vento. Vento forte, dai quadranti occidentali, dettato dalla marcata contrapposizione barica (differenza di temperatura) tra i settori sudoccidentali del Mediterraneo