Previsioni Meteo

Sassari | Nuoro | Cagliari | Oristano | Olbia | Tempio Pausania | Lanusei | Tortolì | Sanluri | Villacidro | Carbonia | Iglesias

Sardegna trampolino di lancio per nubifragi al nord

La configurazione sinottica attesa nel week end è da bollino rosso poichè responsabile nel passato di eventi alluvionali sulla Liguria. L’affondo di masse d’aria fredda polare sul bacino occidentale del Mediterraneo incentiverà la formazione di un minimo depressionario iberico in lento spostamento verso nord est. Sulla nostra isola verranno inviate, come da elaborazione grafica, correnti di scirocco calde ed umide accompagnate da formazioni nuvolose, specialmente sopravento alla circolazione orientale nei bassi strati (versanti meridionali e orientali in primis) dove non si escludono locali pioviggini. Ciò che ci preme segnalare è l’evoluzione attesa nella giornata di domenica allorquando il minimo depressionario, localizzato tra la Corsica ed il sud della Francia, attiverà una pericolosa linea di convergenza sulla Liguria tra correnti di scirocco, in risalita dal Tirreno, e correnti settentrionali in uscita dalla Pianura Padana. Proprio in questo settore attendiamo lo sviluppo di intense celle temporalesche che potrebbero degenerare in nubifragi e/o alluvioni lampo. Temporali che verranno alimentati dalle masse d’aria umida che scorreranno sulla nostra isola che fungerà, purtroppo, da trampolino di lancio per “potenziali” eventi calamitosi sul nord ovest italiano.

Seguiremo attentamente anche questa evoluzione e vi terremo aggiornati.

tclouds_42

Previous Inondazioni senza precedenti in Giappone: immagini incredibili
Next Prossima settimana aumenterà anche il silt sahariano

About author

Potrebbe piacerti anche questo

Previsioni

I dubbi sulla svolta di metà mese

Il dominio anticiclonico si interromperà davvero? Stiamo valutando tutte le ipotesi in campo e stiamo cercando di capire se un’eventuale sblocco circolatorio potrebbe effettivamente porre fine all’Estate di San Martino. Partiamo

Breve termine

Nuova fiammata africana: zero termico oltre 3000 metri

Come annunciato negli editoriali della mattinata, l’alta pressione nei prossimi giorni, a causa dell’ondulazione del getto polare che andrà a veicolare aria fredda in direzione dell’Atlantico orientale, si rinforzerà notevolmente

Lungo termine

Dal 26 luglio il maestrale spazzerà via l’afa

Nonostante la distanza temporale da qui a fine mese sia ancora importante e meritevole di cautela e condizionali, gli aggiornamenti modellistici odierni confermano ulteriormente quanto detto nei giorni scorsi: l’afa