Previsioni Meteo

Sassari | Nuoro | Cagliari | Oristano | Olbia | Tempio Pausania | Lanusei | Tortolì | Sanluri | Villacidro | Carbonia | Iglesias

Famiglia di grossi temporali nel Centro Sardegna, nubifragi

Nel pomeriggio, anche il centro della Sardegna è stata oggetto di forti temporali, tuttavia a carattere locale. La foto meteosat mostra la nube temporalesca di un forte temporale ormai in dissolvimento, nella zona di Macomer, Cuglieri, Ghilarza, che ha causato ingenti rovesci e molti fulmini in prossimità del Monte Ferru. Al momento non abbiamo notizie di grandine, ma le caratteristiche del temporale sono compatibili con locali cadute di grandine, avendo il top nube raggiunto oltre i 12 chilometri di altezza.

La foto satellitare mostra un banco nuvoloso a largo di Bosa, qui sono ancora in atto scariche elettriche ed un temporale termo-convettivo in attenuazione sul mare. Segnale, questo, della forte instabilità atmosferica di questo periodo.

Infine, in questi istanti si va formando nell’alto oristanese un’altra area temporalesca, questa foto mostra una macchia nuvolosa molto brillante, segno di vivacità delle correnti, e quindi di crescita del cumulonembo.

Previous Cumulonembi esplosivi nel Nord Sardegna, temporali con grandine
Next Condizioni meteo avverse a carattere locale per oggi in Sardegna

About author

Potrebbe piacerti anche questo

Cronaca

Torpè, scoperchiata la strada per far defluire le acque

Continua a piovere incessantemente a Siniscola e Torpé (Nuoro). In quest’ultimo paese, già colpito dalla precedente alluvione del 2013, le precipitazioni hanno fatto saltare alcuni canali tombati nelle vie del centro.

Analisi Meteosat

Temporali sempre più vicini, imminente peggioramento

La linea temporalesca in azione dalla mattina sul Mare di Sardegna, indotti dalle classiche linee di instabilità pre frontali che determinano la formazione di aree di convergenza  di correnti al suolo

Curiosità

Arriva Caronte: nuovo battesimo per lo stesso anticiclone

Ci risiamo: la versione commerciale, strumentalizzata e scenografica della meteorologia sta per salire prepotentemente in cattedra, a discapito della giusta e scientifica informazione, per via dell’imminente ingresso dal nord Africa