Previsioni Meteo

Sassari | Nuoro | Cagliari | Oristano | Olbia | Tempio Pausania | Lanusei | Tortolì | Sanluri | Villacidro | Carbonia | Iglesias

Temporali in formazione in Sardegna, meteo che cambia

Il meteo volge verso un cambiamento, e mentre centinaia di migliaia di persone sono nelle spiagge della Sardegna, nei monti, ma in genere nelle aree interne, scoppiano i primi temporali.

Alle 14:45, scariche elettriche erano segnalate tra Tula e Valledoria, nella zona di Tempio Pausania, nella valle del Nuraghi (Monte Santo, Ittireddu), Campeda, Nuoro, la piana dell’oristanese.

Ma i temporali sono in rapida intensificazione e ben presto molte località saranno sotto rovesci intensi di pioggia e fulmini.

Tuttavia, rassicuriamo sopratutto coloro che questa sera hanno in programma di stare all’aria aperta, quelli in atto sono eventi meteo di breve durata, ed entro qualche ora si estingueranno, anche se per le ore notturne entrerà in gioco la possibile formazione di qualche temporale in mare che si potrebbe avvicinare alle coste. Al momento la zona a maggior rischio appare essere il Golfo di Cagliari, e forse qualche temporale, ma non dell’intensità come quello visto sabato sera, potrebbe raggiungere il capoluogo regionale.

Previous Meteo Sardegna, potenziale rischio grandine oggi e prossimi giorni
Next Sardegna, meteo influenzato dal Sahara: evoluzione delle polveri

About author

Potrebbe piacerti anche questo

News

In diretta dallo spazio: la Sardegna quasi sgombra dalle nubi

Condizioni di assoluta stabilità sulla nostra isola che, dalle immagini satellitari nel campo di visibile, appare quasi completamente sgombra da nubi a rimarcare l’efficace azione protettiva dell’alta pressione delle Azzorre.

News

Temperature minime in città

Detto delle temperature minime piuttosto fresche registrate nelle zone interne dell’isola, facciamo un rapido giro nei maggiori centri urbani dell’isola dove il raffreddamento notturno è limitato dall’isola di calore prodotta dagli

News

Marzo 2015: più caldo ma estremamente piovoso

L’Istituto di Scienze dell’Atmosfera e del Clima –CNR ha reso pubblici i dati relativi alle anomalie termiche e pluviometriche registrate nello scorso mese di marzo. Partendo dalle temperature minime, a