Previsioni Meteo

Sassari | Nuoro | Cagliari | Oristano | Olbia | Tempio Pausania | Lanusei | Tortolì | Sanluri | Villacidro | Carbonia | Iglesias

Precipitazioni da ovest e da est: piogge e neve in real time

L’ultima scansione radar ci dà un’idea più precisa della distribuzione e dell’entità dei fenomeni in atto. Diciamo che confermano la previsione d’instabilità tracciata ieri e sostanzialmente ripercorrono la collocazione ipotizzata dai più autorevoli modelli di previsione (non ultimo il nostro LAM ad altissima risoluzione). Oltre al fronte a ovest dell’Isola, che si estende tramite una sua propaggine meridionale verso il Sulcis Iglesiente, i fenomeni si stanno concentrando al Centro Nord. I più intensi riguardavano l’area compresa tra Sassari e Alghero, a seguire Tempio (dove peraltro nevica). Poi abbiamo Ozieri, Macomer, il nuorese e la Baronia. Superfluo dirvi che la neve sta cadendo attorno a 300-400 metri, ma localmente – specie in Gallura – sono state segnalate gragnolate sin sulla costa.

16-01-2016 13-30-11

Vuoi inviare FOTO VIDEO del meteo in diretta? Puoi farlo tramite WhatsApp al numero 3409923368, oppure mandando il materiale via mail a questi indirizzi foto@meteosardegna.it e video@meteosardegna.it

Previous Neve anche nel sassarese, su Ploaghe
Next Grande freddo ed altre nevicate, estese gelate. Peggioramento meteo martedì

About author

Potrebbe piacerti anche questo

Cronaca

Si vede un po’ più di sole

Lo avevamo anticipato: l’indebolimento dell’Alta Pressione – non tale da apportare un cambiamento meteorologico risolutivo – avrebbe consentito una riduzione della fastidiosissima copertura di nubi basse marittime. Nubi che per

Cronaca

Impulsi instabili stanno per piombare a ovest

Lo spaccato satellitare che vi mostriamo suggerisce imminenti, forti rovesci di pioggia sui settori occidentali della Sardegna. La rotazione del minimo ciclonico (a ridosso della Corsica) sospinge su di noi

Cronaca

L’occhio del Ciclone risale verso il centro nord Sardegna

Avevamo seguito l’evoluzione sin dal mattino, quando ancora si trovava a ridosso delle coste occidentali. Poi lo abbiamo monitorato nel suo ingresso sulla nostra regione, ora lo troviamo in Campidano