Previsioni Meteo

Sassari | Nuoro | Cagliari | Oristano | Olbia | Tempio Pausania | Lanusei | Tortolì | Sanluri | Villacidro | Carbonia | Iglesias

Il gelo del Vortice Polare piomba in Europa: inverno in rampa di lancio

Il quadro emisferico sta subendo un autentico scossone. Il Vortice Polare, dominatore indiscusso dei mesi di novembre e dicembre – non è il caso di ricordarvi che effetti ha avuto sul nostro tempo – è sotto attacco da diversi giorni. Dai oggi dai domani, i disturbi venuti dal bassa sono riusciti a incidere sulla robustezza della struttura. Un grosso blocco d’aria gelida sta scivolando sull’Europa centro settentrionale e quello che in gergo definiamo “Fronte Polare” è giunto a ridosso delle Alpi.

L’immagine satellitare ci permette di osservare l’imponenza della struttura gelida e la sua espansione verso sud. Tra l’altro tale azione sta pilotando un primo impulso d’aria fredda fin nel cuore del Mediterraneo e il quadro meteorologico sta registrando importanti modifiche anche sulla nostra regione. Come saprete, la giornata odierna proporrà spiccata variabilità con tendenza a peggioramento in alcune zone e l’abbassamento delle temperature faciliterà la caduta della neve sul massiccio del Gennargentu.

L’intera dinamica è da tenere d’occhio perché nei prossimi giorni innescherà un’irruzione fredda ben più marcata in grado di portarci temperature da neve in collina. Qualora dovessero esserci le precipitazioni, elemento tuttora da valutare, esse potrebbero risultare nevosi a bassa o bassissima quota.

Fonte immagine EumetSat 2016, rielaborazione grafica a cura della Redazione del Meteo Sardegna.

Fonte immagine EumetSat 2016, rielaborazione grafica a cura della Redazione del Meteo Sardegna.

Previous Domani rapido peggioramento, più freddo e neve a 1200 metri
Next Meteo weekend: arriva freddo ed anche la neve a bassa quota. Ecco dettagli

About author

Potrebbe piacerti anche questo

Analisi Meteosat

Arriva una prima grossa perturbazione: ecco dove si trova

L’ondata di maltempo domenicale è ormai alle porte. Fin da oggi, segnatamente dal pomeriggio, vi sarà un cospicuo aumento della nuvolosità sui settori di ponente e nelle zone interne esposte

Analisi Meteosat

Ecco perché il Maestrale non vuole lasciarci

In molti, negli ultimi giorni, si sono lamentati del fresco e soprattutto del forte vento di Maestrale. Maestrale che pur attenuandosi leggermente, continua a soffiare con ostinazione. A questo punto

Analisi Meteosat

La lingua rovente sahariana non intende abbandonarci

Prima si parlava di “bolla rovente” perché la parte rovente dell’Anticiclone aveva una forma vagamente sferica. Ora la definiamo “lingua rovente” perché la maggiore estensione ne ha modificato la morfologia