Previsioni Meteo

Sassari | Nuoro | Cagliari | Oristano | Olbia | Tempio Pausania | Lanusei | Tortolì | Sanluri | Villacidro | Carbonia | Iglesias

Ecco dove si trova il freddo in arrivo per la Befana

Come sappiamo, lo si scrive da giorni, siamo in attesa che dell’aria più fredda nord atlantica possa far calare temperature assolutamente inadeguate per il periodo. Anche gli ultimi giorni hanno visto i termometri sfiorare, in qualche caso addirittura superare, 20°C. La cattiva notizia è che mentre a dicembre almeno le minime erano invernali, da qualche giorno a questa parte anche le ore notturne ci propinano un clima non consono a gennaio. Alla luce di ciò non possiamo far altro che accogliere con estremo piacere un rientro nella media termica stagionale.

Osservando l’immagine satellitare del mattino siamo in grado di identificare, senza troppe difficoltà, il freddo. Vedete quella nuvolosità a “ciottoli” a ridosso delle coste atlantiche franco-iberiche? Or bene, trattasi dei tipici cumuli da irruzione, ovvero quelle nubi che si formano al transito di una massa d’aria fredda su superfici – in questo caso il mare – più miti. Al momento sul nostro territorio continuano a spirare correnti moderatamente sudoccidentali, ma da stasera giungeranno i primi sbuffi di Maestrale e le temperature inizieranno a diminuire a partire dal nord Sardegna.

Fonte immagine Eumetsat 2016, rielaborazione grafica a cura della Redazione del Meteo Sardegna.

Fonte immagine Eumetsat 2016, rielaborazione grafica a cura della Redazione del Meteo Sardegna.

Previous Le piogge si trasferiscono nel sud Sardegna. Anche su Cagliari
Next Cagliari, perché non nevica quasi mai? Le situazioni da neve il Golfo degli Angeli

About author

Potrebbe piacerti anche questo

Analisi Meteosat

Battaglia in atto tra Alta delle Azzorre e il Vortice Scandinavo

Detto del miglioramento, evidente, che ha coinvolto la nostra regione già da alcuni giorni ecco che l’ultimo scatto satellitare del MeteoSat ci dà modo di apprezzare la configurazione barica europea.

Analisi Meteosat

L’esplosiva perturbazione iberica è a due passi da noi

L’abbiamo definita “bomba iberica” perché gli effetti che sta producendo, da giorni, sull’Europa occidentale sono rilevantissimi. Sono state registrate grandinate, furiose, trombe d’aria e nubifragi. Basterebbe menzionare solo uno degli

Analisi Meteosat

Assedio temporalesco in diretta

Anche oggi dobbiamo render merito al nostro LAM ad altissima risoluzione che, a differenza dei prodotto nazionali che in occasione di temporali da massa d’aria, quindi molto localizzati, vanno letteralmente