Previsioni Meteo

Sassari | Nuoro | Cagliari | Oristano | Olbia | Tempio Pausania | Lanusei | Tortolì | Sanluri | Villacidro | Carbonia | Iglesias

Sardegna e la siccità infinita. Piogge in arrivo. Episodio di neve sul Gennargentu

EVOLUZIONE METEO 30 DICEMBRE – 10 GENNAIO 2016
In Sardegna l’Alta Pressione è in diminuzione, il tempo oggi è già cambiato, le nubi sono presenti un po’ ovunque, e nelle prossime 24 ore c’è anche il rischio che possa piovere.

Il periodo di previsione sino al 10 Gennaio sarà caratterizzato da condizioni atmosferiche che saranno in parte prossime alla media stagionale, dopo una stagione autunnale che in Sardegna è stata siccitosa e soleggiata.

Nei prossimi giorni la Sardegna si troverà in una sorta di corridoio di correnti dove transiteranno diverse perturbazioni provenienti dall’Atlantico, pioverà a più riprese, ma le piogge non saranno intense, e comunque tali da risolvere gli attuali problemi idrici. Avremo solo un parziale sollievo dalla siccità.

epifania meteo sardegna

In una visione d’insieme, le condizioni meteo cambieranno e assumeranno una parvenza più consona per il periodo, ma dopo l’Epifania potrebbe esserci una fase variabile con possibilità medio bassa di pioggia.

 

NEL DETTAGLIO
La nostra regione per circa una settimana sarà il crocevia di perturbazioni dall’Atlantico, e avremo una serie di periodi con deboli, moderate precipitazioni. Le piogge dovrebbero essere più copiose nel settore occidentale, in particolare nell’area pre-costiera e le prime zone interne esposte ai venti da occidente.

epifania meteo sardegna focus

Pioverà pochissimo sulla Sardegna orientale, da Olbia a Muravera sono attese solo piogge deboli, ma ciò è frequente con i prevalenti venti da ovest. Andrà decisamente meglio nel sassarese, Sulcis, Montiferru, oristanese, dove cadranno circa 20/60 millimetri di pioggia.

Il Europa le diversissime masse d’aria proseguiranno strategici movimenti come una partita a scacchi, e la Sardegna sarà in un’area meteorologica marginale in attesa che qualcosa di importante possa concludere la fase di siccità.

La siccità che si è accumulata è tale che sarebbero necessarie piogge continue per almeno due mesi. Ma è prematuro disperare, la stagione invernale della Sardegna è solo agli inizi.

Come anticipato, dopo l’Epifania c’è la possibilità che un’area di Alta Pressione influenzi parzialmente la Sardegna, e attenui gli effetti del transito delle perturbazioni dell’Atlantico. Insomma, potrebbe piovere meno di frequente o smettere di piovere. Ma non disperiamo, potrebbe essere solo un periodo di breve durata.

La temperatura si abbasserà lievemente, specie nel fine settimana di Capodanno, ma poi avremo un modesto aumento termico, quasi impercettibile.

Nei prossimi giorni i venti saranno moderati, a tratti sostenuti venti.  Il Maestrale potrebbe soffiare nel fine settimana di Capodanno, quando sarà possibile che cada la neve sul Gennargentu, anche se solo a quote prossime alle cime.

I Mari spesso saranno molto mossi o agitati.

 

ULTERIORI TENDENZE
Gennaio è un mese invernale, sovente capita un periodo di secca chiamato “secche di Gennaio”, ma statisticamente nella seconda parte di Gennaio tornano le piogge. E in quella fase non sono da escludere periodi più freddi del normale.

Previous Pioggia in anticipo sui tempi: meteo in peggioramento
Next Le previsioni meteo per la notte di Capodanno

About author

Potrebbe piacerti anche questo

Breve termine

Meteo instabile con nuovi rovesci. Primavera bizzarra, arriva più fresco

EVOLUZIONE 7 GIORNI: PREVISIONI METEO SINO AL 16 MAGGIO 2016 La Sardegna continua a risentire di un flusso di correnti sciroccali, protagoniste già da svariati giorni. Adesso lo scirocco sta

Breve termine

Parliamo del peggioramento meteo di domani, sabato

Sicuramente starete seguendo in trepidante attesa gli aggiornamenti riguardanti le previsioni meteo del fine settimana. Noi, da par nostro, è da alcuni giorni che ci stiamo occupando dell’evoluzione meteorologica in

Previsioni

Ciclone mediterraneo: venerdì alto rischio nubifragi

Premessa: come in occasione della precedente ondata di maltempo, devastante, occorrerà massima cautela ed anche la previsione odierna andrà rivisitata costantemente. La traiettoria del nuovo Ciclone mediterraneo potrebbe subire variazioni