Previsioni Meteo

Sassari | Nuoro | Cagliari | Oristano | Olbia | Tempio Pausania | Lanusei | Tortolì | Sanluri | Villacidro | Carbonia | Iglesias

Cagliari, i banchi di nebbia dopo la pioggia

Dopo il transito frontale, arrivato puntualmente nel pomeriggio da nord a sud su tutta la Sardegna e accompagnato da rovesci diffusi, qualche fulminazione e spettacolari formazioni nuvolose (whales’mouth e shelf cloud), le temperature sono calate notevolmente, complice l’evaporazione del suolo e l’irraggiamento incentivando la formazione di diffusi banchi di nebbia.

A titolo di esempio riportiamo il caso di Cagliari, per il quale si riportano due foto scattate attorno alle 21,30. Dopo le precipitazioni, che hanno scaricato circa 4mm/5mm, le temperature sono crollate fino a 5°C/6°C e la notevole quantità di umidità accumulata al suolo per le piogge è condensata rapidamente in spettacolari banchi di nebbia, un fenomeno che sovente accade durante l’inverno.

Complice il repentino arrivo del sereno, il suolo ha ceduto calore allo spazio tramite irraggiamento, raffreddandosi. La temperatura degli strati d’aria immediatamente superiori al terreno, umidificati dall’evaporazione, si è abbassata fino a raggiungere la temperatura di rugiada permettendo la condensazione di goccioline di acqua liquida.

1

2

3

Next I temporali a base alta

About author

Potrebbe piacerti anche questo

Foto Gallery Sardegna

Si va verso l’estate, sì, ma ricordate questa nevicata? Era il ’99…

Era il 1999, erano i “giorni della merla” e si veniva da un inverno sostanzialmente mite spesso caratterizzato dalla presenza dell’Alta Pressione. Poi, d’improvviso, l’Alta delle Azzorre decise di migrare

Multimedia

Spettacolare arcobaleno sulla Sella del Diavolo

Chiamato pure iride, tale fenomeno meteorologico che si realizza per pochi istanti quando nel cielo la luce solare attraversa le goccioline di pioggia in sospensione nell’atmosfera lo abbiamo ammirato tutti

Foto Gallery Meteo

Grandine straordinaria a Musei!

Che l’instabilità fosse in progressivo aumento abbiamo avuto conferma nel pomeriggio di ieri, quando numerose ed intense celle temporalesche hanno preso possesso delle zone interne occidentali dell’isola. Ma l’evento degno