Previsioni Meteo

Sassari | Nuoro | Cagliari | Oristano | Olbia | Tempio Pausania | Lanusei | Tortolì | Sanluri | Villacidro | Carbonia | Iglesias

Freddo e neve tra Natale e Capodanno? Ecco perché potrebbe accadere

No, non è una previsione. E’ una linea di tendenza. E come tale andrà presa. Cercheremo di trattare l’argomento in modo semplice, chiaro, diretto. Niente giri di parole o tecnicismi. Andremo subito al sodo. Ma prima di giungere al risultato dobbiamo darvi qualche informazione. Partiamo dal Vortice Polare, ovvero da quell’enorme struttura ciclonica che staziona sulla verticale del Polo nell’arco del semestre freddo e che è capace di condizionare – nel bene e nel male – l’intera circolazione emisferica. Si forma, semplificando al massimo, a seguito del minore irraggiamento solare e del graduale raffreddamento che da fin agosto avvolge le latitudini polari.

Ne avrete certamente sentito parlare in questi giorni per via del forte raffreddamento a carico del Vortice. E ne avrete sentito parlare – anche da noi – perché più fredda è la struttura più è alta la probabilità che massicce invasioni anticicloniche coinvolgano le medie latitudini. Addirittura vi sono degli studi scientifici che indicano come statisticamente probabile l’inibizione degli scambi meridiani – e quindi delle invasioni fredde verso sud – per un periodo sino a 60 giorni!

Inverno compromesso quindi? Beh, diciamo che gli elementi a corredo sono tanti, troppi, e le semplificazioni – di qualsiasi genere – sarebbero errate. Può accadere, ad esempio, che il raffreddamento del Vortice avvenga alle alte quote atmosferiche e non si ripercuota ai piani bassi. Sarà forse per questo che alcuni indici descrittivi dello stato del Vortice (NAO e AO) mostrano un calo sostanziale a ridosso del Natale. E sarà forse per questo motivo che altre dinamiche a carico del Pacifico sembrerebbero orientarsi in direzione di possenti scambi meridiani. Elementi che deporrebbero a favore di una possente irruzione artica tra Natale e Capodanno, che poi ci colpisca o ci coinvolga direttamente è tutto un altro discorso.

Fotolia_46816319_XS

Previous Il clima nei paesi sardi: SANLURI
Next Sciabolate e bolidi polari? Diciamo basta alla meteo spazzatura

About author

Potrebbe piacerti anche questo

Previsioni

Nel week end tornerà l’insidia dei temporali?

Premettendo che si tratta di una previsione a lungo termine, quindi passibile di ritrattazioni o modifiche sia per la distanza temporale sia per la difficile prevedibilità delle gocce fredde retrograde,

Previsioni

Lungo periodo d’Alta Pressione: quanto durerà?

Per alcuni giorni avremo ancora dei disturbi legati alla presenza di un Vortice Ciclonico sullo Ionio, disturbi che coinvolgeranno esclusivamente i settori orientali dell’Isola dove ci aspettiamo anche delle piogge.

Previsioni

Confermato il fresco della prossima settimana

Come anticipato ieri, il lungo termine è votato ad un sostanziale cambio di circolazione la cui sinottica è visualizzabile presso il LINK, tuttavia oggi per avere una linea di tendenza sostanzialmente