Previsioni Meteo

Sassari | Nuoro | Cagliari | Oristano | Olbia | Tempio Pausania | Lanusei | Tortolì | Sanluri | Villacidro | Carbonia | Iglesias

Groenlandia, ghiacciaio al collasso rischia di innalzare il mare di mezzo metro

Il Zachariae Isstrom, un enorme ghiacciaio nel nordest della Groenlandia che contiene tanta acqua da poter far innalzare il livello del mare di mezzo metro a livello globale, sta collassando rapidamente. Stando a uno studio statunitense pubblicato sulla rivista Science, il ghiacciaio si sta rompendo in grandi iceberg e, dal 2012, si sta ritirando tre volte più velocemente rispetto agli anni precedenti, a un ritmo di 125 metri all’anno.

Il ghiacciaio viene “attaccato” sia dall’alto che dal basso, cioè dall’aria più calda che ne scioglie la parte superiore, e dalle correnti oceaniche, anch’esse più calde, che ne erodono la parte sommersa. Il risultato, spiegano gli esperti, è che il Zachariae Isstrom sta perdendo 4,5 miliardi di tonnellate d’acqua all’anno.

“La perdita di ghiaccio sta avvenendo rapidamente in termini glaciologici, ma lentamente in termini umani: non tutto in un solo giorno o in un solo anno”, spiega John Padel dell’università del Kansas, tra gli autori dell’indagine che ha preso in esame immagini aeree e satellitari del ghiacciaio negli ultimi 40 anni, notando segni di instabilità a partire dal 2000.

Tuttavia “nel giro di poche generazioni la perdita di ghiaccio potrebbe fare una differenza sostanziale nell’innalzamento del livello del mare”.

greenland-glacier-melting

Previous Il clima nei paesi sardi: CASTIADAS
Next Domenica mite ma nuvolosa

About author

Potrebbe piacerti anche questo

News

Enorme iceberg si stacca in Groenlandia

Un iceberg di 12,4 Km2 si è staccato dal ghiacciaio Jakobshavn  in Groenlandia. Per gli scienziati che monitorano costantemente l’evoluzione si tratta dell’iceberg più grande mai staccatosi dal fronte di un ghiacciaio, quello che

News

Isolato rovescio nel Capoterrese

Un curioso ed isolato rovescio convettivo si è appena scaricato sui monti del Capoterrese, a dimostrazione dell’enorme potenziale energetico a disposizione nei bassi strati per la formazione di celle temporalesche

News

Cagliari la più calda della notte, termometri a 20°C!

Come da attese, la scorsa notte la Sardegna, specialmente nei suoi settori meridionali, è stata attraversata da una bolla di aria molto calda ed umida, d’estrazione nord africana, supportata da