Previsioni Meteo

Sassari | Nuoro | Cagliari | Oristano | Olbia | Tempio Pausania | Lanusei | Tortolì | Sanluri | Villacidro | Carbonia | Iglesias

16 anni fa la Sardegna si preparava a vivere una disastrosa alluvione

Mentre oggi stiamo a parlare di alta pressione, nebbie, blocco atmosferico, forti anomalie positive di temperatura e siccità esattamente 16 anni fa, l’11 novembre 1999, la Sardegna si preparava inconsapevolmente ad affrontare una gravissima calamità naturale. Nella notte tra l’11 ed il 12 novembre una disastrosa alluvione si abbattè nell’hinterland nord occidentale del Cagliaritano provocando la morte di due persone. L’eccezionale fenomeno pluviometrico fu causato da una bassa pressione stazionaria nel bacino del Mediterraneo occidentale ed impedita nella sua normale traslazione verso oriente da una possente struttura di alta pressione dinamica, estesa lungo i paralleli dalle Isole Britanniche alla penisola scandinava, e da qui a tutta la penisola balcanica, con valori pressori massimi, intorno ai 1040 mb, situati sull’Irlanda ed il centro nord dell’Inghilterra. Tale struttura anticiclonica influenzò, con il suo bordo meridionale, anche l’Europa centrale e l’Italia centro-orientale, mentre tenne “scoperte” ed in balia del maltempo la Spagna, la Francia centro-occidentale e la Sardegna. La vita della depressione mediterranea fu inoltre particolarmente lunga (circa 3 giorni) poichè alimentata da aria fresca proveniente da est, in scorrimento sul bordo meridionale dell’alta pressione come da cartina sottostante.

a550

Entrando nel dettaglio, la calamità venne provocata da un temporale V – shaped prefrontale, autorigenerante e stazionario per quasi 12 ore a nord ovest di Cagliari, tra Capoterra e Decimomannu dove, come si evince dalla carta isoiete presentata sotto, si raggiunsero puntualmente accumuli fino a 345,2 mm a Uta, 255 mm a Muravera e circa 200 mm a Capoterra. Come detto, la perturbazione si mantenne attiva anche per tutta la giornata del 13 novembre con ulteriori 278,4 mm a Decimomannu e 263,6 mm ad Uta.

grdgdr

Seguono alcuni rari scatti realizzati ad Assemini durante l’evento.

Alluvione Assemini

Assemini 04

Assemini 06

Assemini 09

Previous Caldo anomalo: non ci lascerà tanto facilmente
Next Metà novembre: temperature oltre 24°C e si va ancora al mare!

About author

Potrebbe piacerti anche questo

News

Segnalati i primi rovesci/temporali ad est

La previsione più difficile della giornata era, per ovvi motivi, quella di inquadrare i temporali pre frontali e localizzati indotti dall’influenza del maestrale con l’orografia accidentata dei settori orientali isolani.

News

Il mediterraneo sta affrontando la peggiore siccità da 1000 anni!

La regione del Mediterraneo, nel corso degli ultimi 15 anni, ha ricevuto meno piogge rispetto agli ultimi 900 anni. E’ il risultato ottenuto dal team di ricercatori capeggiato dal Dott.

News

I rovesci si fanno più intensi, primi temporali ad ovest

I rovesci sospinti dal maestrale si stanno progressivamente intensificando segno dell’imminente ingresso dal Mare di Sardegna del fronte freddo. In questi istanti piove diffusamente in Barbagia, Oristanese, Campidano e Cagliaritano. I fenomeni