Previsioni Meteo

Sassari | Nuoro | Cagliari | Oristano | Olbia | Tempio Pausania | Lanusei | Tortolì | Sanluri | Villacidro | Carbonia | Iglesias

In arrivo l’asteroide di Halloween: come osservarlo?

Il 31 ottobre un nuovo asteroide, individuato e scoperto solo due settimane fa, passerà a distanza ravvicinata dalla Terra. Si chiama 2015 TB145, passerà a 1,3 distanze lunari da noi (circa 499.000 km) e sarà il più grande oggetto celeste ad avvicinarsi così tanto al nostro pianeta negli ultimi anni.

Con un diametro stimato tra 280 a 620 metri, la roccia spaziale si muove ad una velocità di 126 mila km/h. Ad individuarla è stato il progetto Pan-Starrs alle Hawaii.
La Nasa ha assicurato che l’asteroide transiterà in tutta sicurezza dalla Terra, seguendo un’orbita eccentrica e ad alta inclinazione.
Un incontro inaspettato ma che darà una nuova opportunità a molti osservatori. Gli impianti di radioastronomia, sia a Goldstone che ad Arecibo a Puerto Rico seguiranno e registreranno il percorso di 2015 TB145 via radar, e forniranno dati preziosi per i futuri incontri ravvicinati di asteroidi alla Terra.
Questo è l’approccio più vicino di un oggetto di queste dimensioni, almeno fino ad agosto 2027 quando l’asteroide 1999 AN10 si avvicinerà passando a una sola distanza lunare.
L’asteroide dovrebbe viaggiare attraverso la costellazione di Orione tra il 30 ottobre e il 31 ottobre, non a caso rinominato “asteroide di Halloween”, e sarà possibile osservarlo con un semplice telescopio.

asteroid-2015-tb145-5

Previous Tracollo delle temperature: il clou giovedì 22
Next Sbalzi termici infiniti: dal weekend tornerà aria mite

About author

Potrebbe piacerti anche questo

Lungo termine

Seconda metà di maggio fresca e instabile?

Nel corso degli ultimi giorni vi abbiamo proposto vari approfondimenti, a ragion veduta verrebbe da dire, sull’evoluzione meteorologica dei prossimi giorni. La dinamicità primaverile ci mostrerà di che pasta è

News

Forte temporale a Siniscola

Un isolato ed intenso temporale pre frontale sta interessando da circa 30 minuti un’area compresa tra Posada, Capo Comino e Siniscola, dove è localizzato il nucleo di precipitazione più intenso.

Analisi Meteosat

La costa est ha partorito un mega temporale

A dimostrazione dell’estrema instabilità presente sulla costa orientale, il temporale analizzato prima sulle coste ogliastrine è letteralmente esploso sia in orizzontale che in verticale e al momento, come si può osservare