Previsioni Meteo

Sassari | Nuoro | Cagliari | Oristano | Olbia | Tempio Pausania | Lanusei | Tortolì | Sanluri | Villacidro | Carbonia | Iglesias

Il lago Ciad sta sparendo: quali possibili conseguenze?

E’ allarme sulle condizioni di salute del lago Ciad, quarto per grandezza in Africa, a rischio di scomparire per cause ambientali e cattiva gestione delle sue acque. Fondamentale per la sopravvivenza di oltre 30 milioni di persone, molte delle quali sono potenziali migranti forzati, il lago si è ridotto in cinquant’anni a meno di un decimo della estensione. Lo afferma il Cnr (Consiglio nazionale delle ricerche) che il 14 ottobre organizza una conferenza internazionale dal titolo “Il lago Ciad: un serbatoio di cibo e acqua tra disastro ambientale e cooperazione internazionale.

Il Lago Ciad nella regione del Sahel – tra le frontiere del Ciad, Camerun, Nigeria e Niger – rischia di diventare un ricordo sulla carte geografiche se non si interviene ad arginare il suo progressivo prosciugamento. L’inaridimento di questa riserva d’acqua dolce rischia di provocare una crisi ambientale, ecologica e umana di enormi dimensioni, con conseguenze anche sulle ondate migratorie già in atto, dirette verso l’Europa e soprattutto verso l’Italia, rileva il Cnr. Il bacino idrico africano è il perno intorno al quale ruota un delicato equilibrio economico e geopolitico di una vasta area che si affaccia sulle sue rive e beneficia delle sue risorse. “Fermare l’agonia del lago Ciad avvalendosi delle più avanzate conoscenze scientifiche e tecnologiche – spiega Luigi Nicolais, presidente del Cnr – è cruciale per garantire un futuro di pace a un’area particolarmente delicata del mondo.

Occorre intervenire sui fattori di fragilità di questo delicato e complesso ecosistema. La progressiva desertificazione, la perdita costante e progressiva di acqua e cibo rendono inospitale l’intera area favorendo il radicalizzarsi dei conflitti e dei fondamentalismi concause delle attuali grandi ondate migratorie”. (ANSA)

lakeciad

Previous Misteriosa scia luminosa sui cieli del Tibet
Next Linea temporalesca si muove verso la Sardegna

About author

Potrebbe piacerti anche questo

News

Partita la convezione nel Cagliaritano

Come da attese, dettagliatamente analizzato LINK1 e LINK2, si sta intensificando in queste ore la convergenza di correnti da maestrale e grecale tra Trexenta, Parteolla e Cagliaritano dove sono in

Analisi Meteosat

Forti temporali in atto nel Sulcis Iglesiente

Come da attese, e analizzato in mattinata attraverso il SERVIZIO NOWCAST, le condizioni meteo sul sud Sardegna stanno volgendo verso un repentino ed ulteriore peggioramento. In questi istanti va accendendosi

Foto Gallery Meteo

Spettacolare nebbia mattutina ai piedi della Giara

Questa mattina, a causa di un leggero calo delle temperature minime notturne e la concomitante presenza di elevati tassi di umidità nei bassi strati, numerosi banchi di nebbia hanno avvolto