Previsioni Meteo

Sassari | Nuoro | Cagliari | Oristano | Olbia | Tempio Pausania | Lanusei | Tortolì | Sanluri | Villacidro | Carbonia | Iglesias

Il clima nei paesi sardi: JERZU

Jerzu è un antico borgo della Sardegna orientale, situato in Ogliastra a circa 427 metri di quota. Incorniciato dalla spettacolare imponenza dei tacchi calcarei di  Porcu ‘e Ludu e di Troiscu, cui si affiancano i picchi e i tonneri di Mammuttara e gli anfiteatri di Gedili e  S.Antoni, il centro abitato di Jerzu si sviluppa sulla pendice orientale di una catena di colline incuneata fra i territori di mare e montagna che ne conferiscono l’aspetto di una vera e propria “terrazza sul mare”. Il clima è tipicamente mediterraneo, più precisamente, secondo la classificazione di Köppen e Geiger, di tipo Csa, ossia temperato delle medie latitudini (Il mese più freddo ha una temperatura media inferiore a 18 °C ma superiore a -3 °C) con stagione estiva generalmente asciutta e con la media del mese più caldo superiore a 22°C.

La temperature media annua è di 14,7°C. Il mese più freddo è gennaio con una media di 7,8°C (la media delle temperature minime è più bassa nel mese di febbraio con 5°C) mentre il mese più caldo è agosto con una media di 23,3°C. Località particolarmente esposta ai picchi di calore qualora, in occasione di ondate di caldo sub tropicale, soffino con intensità correnti di maestrale che subiscono riscaldamento adiabatico durante la discesa dai monti ogliastrini. Si ricordano i 44,7°C registrati dalla stazione SAR il 7 luglio 2000. In virtù della particolare topografia locale i picchi assoluti di freddo sono rari.

climate-table

La piovosità media annua è di 531 mm. Il mese più piovoso è dicembre con 86 mm mentre il più secco luglio con 8 mm. Nonostante la piovosità annua non si particolarmente elevata, la località risulta particolarmente esposta alle correnti caldo umide sciroccali e al rischio nubifragi/alluvioni durante il bimestre autunnale ottobre/novembre. Sono piuttosto frequenti accumuli giornalieri superiori ai 100 millimetri. Tra le giornate più bagnate di sempre ricordiamo 166 mm il 19 dicembre 1930, 186,5 mm, 176,0 mm e 155,5 mm il 18, 19 e 20 ottobre 1940, 197,0 mm, 215,5 mm, 371,0 mm e 257,0 mm il 15,16,17 e 18 ottobre 1951, 176,4 mm il 16 marzo 1953, 184,8 mm il 23 gennaio 1957, 185,4 mm il 23 novembre 1961, 162 mm l’8 novembre 1983, 158,8 mm il 30 settembre 1986, 160,0 mm il 21 febbraio 1991, 154,6 mm il 24 novembre 1995, 170,4 mm il 31 gennaio 2006 e 161,4 mm il 24 settembre 2009.

climate-graph

Previous Ovest Europa sotto maltempo: presto arriverà da noi
Next Anche settembre è stato più caldo della media

About author

Potrebbe piacerti anche questo

News

Ottobre 2015, il più caldo da quando esistono le rilevazioni

Al 99,9%, come anticipato in un editoriale di fine luglio e in virtù dell’andamento dei mesi autunnali, il 2015 risulterà l’anno più caldo della storia, per lo meno da quando esistono

Clima

Freddo? Si, ma gennaio rimane caldo

No, non è un paradosso. Dobbiamo necessariamente considerare l’andamento climatico delle prime due settimane del mese, che come ben sappiamo furono caratterizzate da un blocco anticiclonico responsabile dell’afflusso d’aria assai

Clima

Il clima nelle città sarde: CAPOTERRA

Capoterra è un importante centro urbano della Sardegna sud occidentale, nel settore occidentale del golfo degli Angeli. Le espressioni morfologiche sono piuttosto eterogenee: si passa infatti in appena 10 km da spiagge basse