Previsioni Meteo

Sassari | Nuoro | Cagliari | Oristano | Olbia | Tempio Pausania | Lanusei | Tortolì | Sanluri | Villacidro | Carbonia | Iglesias

Ecco cosa scatenerà il “Ciclone” mediterraneo

Esagerato definirlo tale? No, perché l’accezione corretta – meteorologica parlando – definisce “semplicemente” un’area ciclonica con particolari caratteristiche. Per farla semplice: la Bassa Pressione che andrà a scavarsi sul Mediterraneo occidentale diverrà profonda, si raggiungeranno valori di pressione tali da farci dire che trattasi appunto di “Ciclone“. Ma come si svilupperà? Per comprenderlo osserviamo insieme l’immagine satellitare:

Fonte immagine EumetSat 2015, rielaborazione grafica a cura della Redazione del Meteo Sardegna.

Fonte immagine EumetSat 2015, rielaborazione grafica a cura della Redazione del Meteo Sardegna.

L’Anticiclone delle Azzorre è migrato verso nord, spingendosi addirittura in Scandinavia. Presto si congiungerà con l’Anticiclone continentale – appena visibile sul bordo destro dell’immagine – e si formerà un poderoso muro altopressorio che dirotterà diversi impulsi freddi verso il Mediterraneo occidentale. Qui scorgiamo già due Basse Pressioni: si fonderanno e pian piano si creerà un’unica area ciclonica che dal Nord Africa risalirà in direzione della Sardegna. Da quando? Da domani, quando purtroppo inizieranno i primi nubifragi.

Previous Piogge e qualche temporale: si attende il forte peggioramento
Next Forti temporali: ieri sfiorati i 60mm

About author

Potrebbe piacerti anche questo

Reportage

Tromba d’aria a Cagliari: video inedito registrato il 22 ottobre 2008

Dopo l’evento alluvionale del 22 ottobre 2008, che ha visto coinvolto maggiormente il comune di Capoterra dove gli accumuli hanno superato i 450 mm in poco più di 4 ore con

News

Come sarebbe uno tsunami nel Mediterraneo?

Anche se in misura minore rispetto a Pacifico e Oceano Indiano, gli tsunami interessano anche il Mediterraneo. Si stima che il 10% dei maremoti mondiali avvenga nel Mare nostrum, con un

Curiosità

Spettacolari trasparenze in diretta da Cala Coticcio – VIDEO

Ringraziamo Mauro Coppadoro per aver condiviso con noi un’altra splendida testimonianza dell’estate di San Martino che si sta vivendo da 24 ore sulla Sardegna. Ci troviamo a Cala Coticcio, sulla