Previsioni Meteo

Sassari | Nuoro | Cagliari | Oristano | Olbia | Tempio Pausania | Lanusei | Tortolì | Sanluri | Villacidro | Carbonia | Iglesias

Il minimo annuale dell’Artico è stato raggiunto l’11 settembre

Nella giornata dell’11 settembre la banchisa Artica ha raggiunto la minima estensione superficiale annuale. Sono stati misurati 4.41 milioni di chilometri quadrati. Come previsto tempo addietro dal NSIDC (National Snow & Ice Data Center) trattasi del quarto valore più basso da quando esistono le registrazioni satellitari (1979).

La cosa più preoccupante è che il ghiaccio perenne del Polo Nord è calato in modo impressionante negli ultimi anni. I dieci valori più bassi dell’intera serie sono stati registrati negli ultimi 11 anni, in precedenza fu registrata un’accelerazione della fusione della banchisa dal 1996 in poi. Ricordiamo che il minimo assoluto appartiene al 2012, quando furono misurati solamente 3.410.000 chilometri quadrati.

Gli esperti del NSDIC dicono che quest anno non ci sono stati eventi climatici particolari come ad esempio accadde nel 2012. Diversi studi confermano che il spessore del ghiaccio diminuisce ogni anni e ciò si rivelerà determinante per una costante diminuzione della banchisa artica anche nei prossimi anni.

estensione artico

 

 

 

 

Previous Il clima nelle città sarde: SASSARI
Next Piove più di notte o di giorno?

About author

Potrebbe piacerti anche questo

Clima

La fusione dei ghiacciai del Pianeta accelera in modo preoccupante

Secondo il rapporto del World Glacier Monitoring Service, nel XXI° secolo i ghiacciai perdono ogni anno da 50 a 150 cm di spessore. “Si tratta di una quantità 2-3 volte superiore rispetto allo

Clima

Ondate di caldo sempre più forti – DATI allarmanti

La prematura ed intensa ondata di calore di inizio maggio 2015 è solo l’ultima ed ennesima conferma di un trend climatico votato ad incursioni sub tropicali sempre più invadenti e “feroci”. Abbiamo viaggiato a

Clima

Alluvioni in autunno e gelo in Inverno? Ecco altri riscontri

Il mese di settembre 2015 ci sta proponendo un Atlantico tropicale e subtropicale insolitamente caldo: è da oltre 10 anni che non si osservavano anomalie termiche positive di tale portata. Osservando, ad