Previsioni Meteo

Sassari | Nuoro | Cagliari | Oristano | Olbia | Tempio Pausania | Lanusei | Tortolì | Sanluri | Villacidro | Carbonia | Iglesias

Tromba d’aria a Cagliari: video inedito registrato il 22 ottobre 2008

Dopo l’evento alluvionale del 22 ottobre 2008, che ha visto coinvolto maggiormente il comune di Capoterra dove gli accumuli hanno superato i 450 mm in poco più di 4 ore con devastanti e diffusi fenomeni di esondazione e flash floods, sono stati svolti dettagliati e approfonditi studi che mi hanno visto coinvolto personalmente, sia nella stesura delle tesi di laurea sia nella presentazione di un report tecnico (al momento il più esteso in circolazione) depositato presso il tribunale di Cagliari in occasione del procedimento penale ancora in corso. Ebbene è emerso che nel momento di massima intensità il temporale ha assunto caratteristiche di “supercella”, il fenomeno temporalesco più intenso in natura al quale, sovente, sono associati fenomeni vorticosi come trombe d’aria o marine. Vi proponiamo un video integrale ed inedito registrato la mattina del 22 ottobre a bordo di una Costa Crociere sul porto di Cagliari dove si è registrata un’effimera tromba d’aria. Vi consigliamo di la visione dal minuto 6,30.

Previous Perturbazione a ridosso della Sardegna, ma...
Next Rovesci e temporali d'autunno: superati ieri i 26 mm

About author

Potrebbe piacerti anche questo

News

Temporali pronti ad entrare in Sardegna

Stiamo monitorando, attraverso il nostro servizio di nowcast/diretta meteo l’arrivo del fronte freddo in Sardegna ma anche il forte richiamo di aria calda che lo precede con temperature massime che, pensate,

Cronaca

Notte di nebbia sul Cagliaritano, perchè?

La scorsa notte, specialmente dopo le 23, numerosi e densi banchi di nebbia hanno abbordato le coste del Cagliaritano, spingendosi qualche chilometro verso l’entroterra ammantando colli ed edifici e regalando scenari

News

Grossi temporali ad ovest della Sardegna

L’area depressionaria attiva sui settori occidentali del bacino del Mediterraneo sta innescando la formazione di imponenti celle temporalesche nell’area balearica e nel Mar di Sardegna dove si rilevano (vedi seconda