Previsioni Meteo

Sassari | Nuoro | Cagliari | Oristano | Olbia | Tempio Pausania | Lanusei | Tortolì | Sanluri | Villacidro | Carbonia | Iglesias

Medio Oriente: tempesta di sabbia senza precedenti!

La tempesta di sabbia che ha investito il Medio Oriente nella prima settimana di settembre è stato definito dagli esperti un episodio senza precedenti per intensità ed estensione. Finora si contano 12 vittime tra Libano Siria e Israele, i paesi più colpiti. Il soffocamento causato dall’elevata concentrazione di polveri desertiche ha causato anche seri problemi di salute per migliaia di persone. Le prime testimonianze satellitari risalgono al 6 settembre: Siria, alcune zone della Giordania e la costa turca del Mediterraneo si trovavano sotto la tempesta. L’8 settembre la tempesta si propagava rapidamente in Libano, Israele, tutta la Giordania, in Palestina, Cipro, mentre il 9 si trasferiva più a ovest, raggiungendo l’Egitto e il Golfo di Suez.

tormenta di sabbia

Caos nella zona

Il traffico aereo è stata gravemente compromesso in molti di questi paesi, portando alla cancellazione di migliaia di voli.Ovviamente, gli ospedali sono stati travolti da emergenze mediche legate a problemi respiratori causati delle polveri. In molte stazioni meteorologiche sono state misurate concentrazioni di polvere record. Ad esempio, su Gerusalemme era 173 volte più alto del valore medio della zona.

tempesta di sabbia storica

 

 

 

Previous Confermato il brusco cambiamento meteo del fine settimana
Next Met office: 2014, 2015 e 2016 gli anni più caldi di sempre

About author

Potrebbe piacerti anche questo

Dal Mondo

Enorme iceberg si stacca in Groenlandia

Un iceberg di 12,4 Km2 si è staccato dal ghiacciaio Jakobshavn  in Groenlandia. Per gli scienziati che monitorano costantemente l’evoluzione si tratta dell’iceberg più grande mai staccatosi dal fronte di un ghiacciaio, quello che

Dal Mondo

Scandalo alla BBC: ritoccate immagini per renderle più spettacolari

Nuovo scandalo alla Bbc la cui credibilità ne esce ulteriormente indebolita. Il servizio pubblico britannico è stato scoperto ad aver ritoccato digitalmente le immagini di un documentario naturalistico sulla Patagonia per

News

Il lago Ciad sta sparendo: quali possibili conseguenze?

E’ allarme sulle condizioni di salute del lago Ciad, quarto per grandezza in Africa, a rischio di scomparire per cause ambientali e cattiva gestione delle sue acque. Fondamentale per la