Previsioni Meteo

Sassari | Nuoro | Cagliari | Oristano | Olbia | Tempio Pausania | Lanusei | Tortolì | Sanluri | Villacidro | Carbonia | Iglesias

Palla di fuoco in pieno giorno sui cieli di Bangkok – VIDEO

Ieri mattina alle ore 08.45  (in Italia erano le 03.45), un enorme palla di fuoco ha attraversato i cieli di Bangkok in Thailandia. L’evento è stato ripreso da numerose videocamere amatoriali e le immagini richiamano alla memoria quelle relative all’avvistamento del 2013 a Chelyabinsk in Russia. Chi si trovava per strada in quel momento ha descritto il fenomeno come un “oggetto dal bagliore verde e arancione che è caduto in picchiata verso la Terra“. I residenti del quartiere Sisawat nella provincia di Kanchanaburi, che si trova a circa 200 km dalla capitale, hanno visto bene la caduta della meteora, descritta come un bolide dal bagliore accecante. La gente del posto ha dichiarato di aver sentito una fragorosa esplosione dopo l’impatto al suolo, secondo quanto riferito anche dalle agenzie di stampa RT e Thai PBS.

In Thailandia non ci sono ancora prove di uno schianto al suolo, né sono state segnalati danni a cose e persone. È dunque possibile che l’oggetto si sia disintegrato completamente e per questa ragione è attualmente classificato come meteora e non come meteorite.

Previous Mercoledì maltempo: possibili forti temporali nel sud
Next Caldo anomalo anche nella prima settimana di settembre

About author

Potrebbe piacerti anche questo

Cronaca

Siccità in Sardegna, situazione sempre più critica

Da qualche giorno si è concluso il monitoraggio delle riserve idriche imposto dalla Giunta regionale della Sardegna lo scorso 10 novembre per valutare la possibilità di richiedere al Governo lo

News

Dicembre va, le temperature rimangono ancora prossime a 20°C

Il calendario continua a scorrere inesorabile, dicembre non arresta la sua corsa in attesa di un inverno che quest’anno come raramente accaduto in passato non ne vuole proprio sapere di

News

Altro carico di polveri desertiche nei prossimi giorni

Aprile verrà ricordato, molto probabilmente, per il caldo anomalo e per le frequenti invasioni africane. Invasioni che hanno causato, già in 3 occasioni, l’arrivo di massicce quantità di polveri desertiche. Purtroppo