Previsioni Meteo

Sassari | Nuoro | Cagliari | Oristano | Olbia | Tempio Pausania | Lanusei | Tortolì | Sanluri | Villacidro | Carbonia | Iglesias

Giovedì caldo in aumento

Entra nel vivo l’ennesima ondata di caldo stagionale. Il motore depressionario ad ovest del continente europeo, secondo uno schema già visto nelle scorse settimane,invierà almeno fino a metà della prossima settimana nuovi impulsi di aria calda sub tropicale in direzione della nostra isola.

Caldo inevitabilmente in aumento sia per quanto riguarda le temperature effettive registrate dai termometri sia per quanto riguarda le percepite dal nostro corpo a causa degli elevati tassi di umidità, ma andiamo con ordine. Domani le temperature effettive più alte le attendiamo sui settori settentrionali ed occidentali dell’isola, dove diffusamente i termometri segneranno valori superiori ai 30°C/31°C con picchi fino a 33°C/34°C nella piana del Chilivani, zone interne dell’Oristanese, Marghine, Goceano, piana di Ottana, piana del Cixerri e medio alto Campidano. Sui settori orientali, specialmente costieri, e golfo degli Angeli attendiamo temperature inferiori e comprese tra 27°C e 30°C ma gli elevati tassi di umidità innalzeranno l’indice di calore fino a 36°C/37°C.

t2m_36

Previous La porta per l'inferno - SPETTACOLARI FOTO
Next Nasce Shaka, la prima stazione meteo da attaccare allo smartphone!

About author

Potrebbe piacerti anche questo

Lungo termine

Prima del freddo servono le piogge

E non le piogge cadute questa notte, ma piogge che possano coinvolgere ampie fette del nostro territorio per più giorni. Quelle della notte erano a carattere di nubifragio e quando

Breve termine

Stanno arrivando giornate “roventi”: possibili picchi termici oltre 40°C

Stiamo avendo a che fare con l’Anticiclone africano e le temperature, in questi ultimi giorni, hanno già raggiunto livello elevati. Si sta un po’ meglio al mare, dove le brezze

Previsioni

In arrivo la neve dell’Epifania: ecco dove e quanto nevicherà

Chi ci segue assiduamente saprà che a stretto giro di posta arriverà dell’aria fredda nord atlantica. Non sarà il gelo siberiano e neppure quello artico, ma quel che è certo