Previsioni Meteo

Sassari | Nuoro | Cagliari | Oristano | Olbia | Tempio Pausania | Lanusei | Tortolì | Sanluri | Villacidro | Carbonia | Iglesias

Rapido passaggio di nubi in questo inizio di giornata

Siamo prossimi ad un considerevole miglioramento delle condizioni meteorologiche, ma prima che l’Alta Pressione prenda pienamente il sopravvento stiamo assistendo a qualche piccolo disturbo nuvoloso. Fin da domenica osservavamo locali annuvolamenti dettati essenzialmente dall’intrusione dapprima di umidi venti meridionali – Libeccio a ovest, Scirocco a est – successivamente per mano del vento di Ponente. Vento che continueranno a tenerci compagnia anche nelle prossime ore, seppur decisamente meno vigoroso rispetto a quanto avvenuto a cavallo tra ieri sera e la notte appena trascorsa. Ed ecco quindi che non dobbiamo stupirci se l’osservazione satellitare mette in risalto della nuvolosità variabile su alcune aree dell’isola. Eccola:

Fonte immagine EumetSat 2015.

Fonte immagine EumetSat 2015.

Gli annuvolamenti hanno stazionato per più tempo tra le coste del basso oristanese e dell’iglesiente, così come pure a ridosso dei principali massicci montuosi della Sardegna centrale (Gennargentu su tutti). Trattasi di nubi sostanzialmente basse, riconducibili all’umidità marittima sospinta verso est dalla ventilazione occidentale. Ma qual è la causa di tutto ciò? Osserviamo la seconda rielaborazione satellitare:

Fonte immagine EumetSat 2015, rielaborazione grafica a cura della Redazione del Meteo Sardegna.

Fonte immagine EumetSat 2015, rielaborazione grafica a cura della Redazione del Meteo Sardegna.

Si evince facilmente una predominanza perturbata sull’Europa occidentale ed osservando le isobare disposte praticamente lungo i paralleli possiamo comprendere il motivo di una ventilazione da ponente così marcata. Tuttavia, è bene sottolinearlo, sull’Italia meridionale permane un coriaceo promontorio d’Alta Pressione. Trattasi dell’africano, destinato a prendere il sopravvento non appena la morfologia della Depressione d’Islanda muterà in modo tale da incentivare un calo pressorio importante tra la Penisola Iberica e l’Atlantico orientale. Manovre che osserveremo a partire da domani e che nel giro di qualche giorno ci consegneranno nelle mani dell’ultima ondata di caldo dell’estate (il 1° settembre esordirà ufficialmente l’autunno meteorologico).

Previous La Terra dallo Spazio: spettacolare foto ad altissima risoluzione
Next Il Mondo non è come sembra

About author

Potrebbe piacerti anche questo

News

Anche oggi un po’ di caldo: picchi sino a 26°C

In Sardegna permangono condizioni meteo climatiche tardo primaverili e come ben sappiamo la “colpa” (o il merito, a seconda dei punti di vista) è tutta dell’Alta Africana. Alta Pressione che

News

Freddo e arriva una perturbazione da ovest. Porterà pioggia e neve

Annunciato, previsto da tempo, è arrivato l’inverno. C’è chi ha visto la neve, chi la grandine, chi un po’ di pioggia e chi invece nulla. La varietà microclimatica della Sardegna

Cronaca

Oltre 10000 fulmini sul Mediterraneo occidentale

Sono già impressionanti i dati resi noti da www.blitzonturg.it che ha rilevato finora oltre 10000 fulmini sul Mediterraneo occidentale, per la maggior parte caduti sulla nostra isola ed in procinto