Previsioni Meteo

Sassari | Nuoro | Cagliari | Oristano | Olbia | Tempio Pausania | Lanusei | Tortolì | Sanluri | Villacidro | Carbonia | Iglesias

Come si sono formati i temporali sabato notte?

Nella tarda serata/notte di sabato la linea di instabilità, più volte analizzata e descritta durante la giornata fin da quando si trovava sulle isole Baleari, ha abbordato le coste occidentali dell’isola accompagnata da sporadici temporali a base alta. Fulmini, lampi, tuoni, scarse precipitazioni e forti colpi di vento si sono registrati sul centro nord dell’isola e localmente lungo le coste sud occidentali per un paio di ore prima che la situazione tornasse alla normalità attorno alle 24.

Nella prima carta che si presenta è individuata la linea di instabilità sulle coste occidentali nella quale si registra convergenza al suolo tra correnti di scirocco e grecale con conseguente innesco di moti verticali.

v10m_006

 

Per la precisione la linea di instabilità è classificabile come “dry line” o fronte secco che mette a stretto contatto, alle quote superiori troposferiche, masse d’aria dalle differenti caratteristiche igrometriche: secche ad ovest, con nuclei fino al 10% di umidità relativa in ingresso dal Mare di Sardegna, ed umida ad est, diffusamente caratterizzata da tassi di umidità fino ed oltre il 90%. La dry line favorisce lo sviluppo di linee temporalesche, poichè l’aria secca in quota è più densa e pesante dell’aria umida, pertanto si incunea sotto spingendola forzatamente verso l’alto dove condensa in nubi cumuliformi. Il transito di una dry-line è riconoscibile poichè dopo il suo passaggio l’aria diventa molto più secca anche al suolo (rovesciamento dall’alto) con un moderato aumento della pressione.r500_007

Previous Le temperature aumenteranno di nuovo martedì
Next Sbuffi freschi da est provano a insidiare l'Anticiclone

About author

Potrebbe piacerti anche questo

Didattica

Cos’è il gelo continentale che viene dalla Russia?

Negli ultimi giorni vi sarà capitato di sentirlo nominare o di vederlo scritto in svariati articoli. Anche da noi. Stiamo parlando del “gelo continentale”. Ma vi siete mai chiesti cos’è

Didattica

42°C a Costa Rei, 24°C a Capo Carbonara: perchè tanta differenza in 15km?

Nella giornata di ieri le calde correnti di libeccio hanno fatto schizzare i termometri oltre i 42°C nel Sarrabus, ma non ovunque: desta curiosità e si presta per la didattica

Curiosità

Inizia la stagione dei “Dust Devil”: ne avete mai visto uno?

Durante la stagione estiva ed in giornate soleggiate vi sarà sicuramente capitato di osservare, sia in spiaggia che in campagna, dei curiosi mulinelli di sabbia e polvere, accompagnati da improvvise