Previsioni Meteo

Sassari | Nuoro | Cagliari | Oristano | Olbia | Tempio Pausania | Lanusei | Tortolì | Sanluri | Villacidro | Carbonia | Iglesias

Si sfiorano i 40°C a Carbonia e nell’Oristanese

Dando uno sguardo alla rete di stazioni amatoriali della Sardegna, in attesa di ricevere i dati della rete ARPAS, emerge un impressionante diffusione ed estensione di temperature superiori ai 35°C. Come da attese la Sardegna è divisa in due tra il caldo torrido dei settori occidentali e settentrionali ed il caldo afoso ed opprimente delle coste orientali e del Cagliaritano dove i termometri sono bloccati sui 30°C/32°C ma l’umidità relativa tra il 70% e 80% determina un indice di calore fino a 45°C!

Analizzando esclusivamente le temperature effettive, riportiamo i valori più alti del pomeriggio:

Fenosu 39,6°C

Carbonia 39,4°C

Punta Modighina e Guspini 38,4°C

Santa Giusta e Arborea 38,2°C

Oristano 37,8°C

Monte Arci 37,6°C

Barrali 37,5°C

Tula e Villa Verde 37,3°C

Borore 37,2°C

San Vito 36,9°C

Bonorva 36,8°C

Barumini e San Gavino 36,7°C

Domusnovas 36,2°C

Ozieri e Busachi 36,1°C

Carbonia-855

Carbonia, tra le più calde in diretta

Previous Meteo Domenica: quali saranno le temperature dei nostri mari?
Next La Sardegna è un forno: oggi 40°C e oltre

About author

Potrebbe piacerti anche questo

Cronaca

Sardegna divisa tra sole e nubi basse

L’egemonia anticiclonica, protagonista indiscussa da una decina di giorni, continua a dispensare condizioni di forte stabilità atmosferica su tutta l’Isola. Si alternano giornate soleggiate ad altre meno, mentre il denominatore

News

Alluvione lampo: ecco cosa non fare – VIDEO

Il video che stiamo per mostrarvi è stato girato nelle scorse ore nella Carolina del sud, stato sud orientale degli Stati Uniti d’America, dove abbondanti e persistenti precipitazioni stanno provocando devastanti

News

Torpè, scoperchiata la strada per far defluire le acque

Continua a piovere incessantemente a Siniscola e Torpé (Nuoro). In quest’ultimo paese, già colpito dalla precedente alluvione del 2013, le precipitazioni hanno fatto saltare alcuni canali tombati nelle vie del centro.