Previsioni Meteo

Sassari | Nuoro | Cagliari | Oristano | Olbia | Tempio Pausania | Lanusei | Tortolì | Sanluri | Villacidro | Carbonia | Iglesias

Superati i 40°C alle porte di Cagliari!

Come annunciato ieri e questa mattina, complice la disposizione dei venti dai quadranti occidentali, il conseguente trasporto del calore accumulatosi in questi giorni nelle zone interne ed il forte contributo favonico (riscaldamento per compressione) nelle aree sottovento del Cagliaritano e settori orientali, in queste ore i termometri stanno registrando valori prossimi ai 40°C nell’hinterland settentrionale ed occidentale del capoluogo, sulle zone interne della Gallura e Sarrabus.

E’ assolutamente interessante notare, poichè i venti deboli di ponente non hanno raggiunto ancora il settore costiero del capoluogo sardo, l’enorme differenza termica tra i settori settentrionali della città, alle prese con 40°C secchi, e il tratto costiero del Poetto dove resistono 29°C molto umidi.

Ecco le temperature più alte in diretta:

Sestu 40,4°C

Quartucciu 39,4°C

San Vito 39,3°C

Macchiareddu 38,9°C

Capoterra 38,6°C

Sinnai 38,5°

Decimoputzu 38,2°C

Biasi e Domusnovas 38,1°C

Vallermosa 37,8°C

Villasor 37,5°C

Guspini 37,3°C

Aggiornamento delle ore 19: Disponibili online le temperature massime registrate dalla RETE ARPAS, con altre due stazioni sopra i 40°C!

Cityscape, Cagliari, Sardinia, Italy

Previous Dopo il maestrale arriveranno i temporali?
Next Dalla prossima settimana estate in gran forma ma senza eccessi

About author

Potrebbe piacerti anche questo

Analisi Meteosat

Perturbazione sulla Spagna, ma da noi arriva aria più calda

Osservando l’immagine satellitare abbiamo una panoramica decisamente chiara dello scenario barico europeo: emerge un possente Vortice freddo (il Vortice Polare) a ridosso della Scandinavia, mentre a latitudini meridionali prevale una

Curiosità

Come sarebbe uno tsunami nel Mediterraneo?

Anche se in misura minore rispetto a Pacifico e Oceano Indiano, gli tsunami interessano anche il Mediterraneo. Si stima che il 10% dei maremoti mondiali avvenga nel Mare nostrum, con un

Analisi Meteosat

Battaglia in atto tra Alta delle Azzorre e il Vortice Scandinavo

Detto del miglioramento, evidente, che ha coinvolto la nostra regione già da alcuni giorni ecco che l’ultimo scatto satellitare del MeteoSat ci dà modo di apprezzare la configurazione barica europea.