Previsioni Meteo

Sassari | Nuoro | Cagliari | Oristano | Olbia | Tempio Pausania | Lanusei | Tortolì | Sanluri | Villacidro | Carbonia | Iglesias

Nuova irruzione fredda per l’Immacolata

Il weekend è stato freddo, a tratti instabile, con qualche nevicata a bassa quota. La distribuzione delle precipitazioni è stata condizionata dal posizionamento del vortice artico, transitato proprio sulla nostra Isola. Ora sta tornando l’Alta Pressione e ci terrà compagnia sino a giovedì, ma non avremo un rialzo consistente delle temperature. Saliranno le massime, inevitabilmente visto anche l’abbondante soleggiamento. Le minime, al contrario, resteranno basse e avremo gelate diffuse. Diciamo che a dispetto della stabilità atmosferica si respirerà un’atmosfera decisamente invernale.

Sarà una pausa temporanea, badate bene, fin da venerdì 8 dicembre – giorno dell’Immacolata – un’altra poderosa irruzione artica si aprirà la strada verso il Mediterraneo con dinamiche assolutamente identiche alle precedenti: spostamento dell’Alta delle Azzorre a ridosso dell’Europa occidentale, spinta verso nord e conseguente scivolamento d’aria fredda sui nostri mari. Freddo che andrà presumibilmente a generare un vortice di Bassa Pressione, ma chiaro che mancando diversi giorni non possiamo assolutamente procedere coi dettagli.

Al momento i modelli matematici di previsione di dicono che sarà un’irruzione più rapida della precedente ma qualora l’eventuale vortice dovesse svilupparsi più a nord – come pare – in termini di neve alle basse quote potrebbe mostrarsi più produttiva. Insomma, c’è ancora tanta carne al fuoco ed è per questo che vi invitiamo a seguirci.

Nel weekend dell’immacolata nuova irruzione artica.

Previous Freddo invernale, peggioramento in vista nel sud Sardegna
Next Prime nubi e piovaschi mercoledì, nel weekend freddo

About author

Potrebbe piacerti anche questo

Sotto la lente

Prima maestrale poi grecale: attese raffiche fino a 80km/h!

Il vento, assieme alle precipitazioni, sarà un altro indiscusso protagonista del week end che ci apprestiamo a vivere. Inizialmente soffierà da maestrale, poi conoscerà una generale calma ed infine ruoterà

Sotto la lente

Caldo e afa anche di notte: ci sarà da soffrire

Dell’aumento delle temperature abbiamo già parlato, ma possiamo dirvi che l’aspetto termico sarà l’argomento preponderante dei prossimi giorni. Non potrebbe essere altrimenti, visto e considerato che l’Alta Pressione Africana piazzerà

Sotto la lente

Ci siamo: venerdì 30 peggiora. Possibili forti temporali

L’evoluzione in divenire è quanto mai interessante e andrà monitorata con attenzione. Al momento sembra scongiurato il peggio, ovvero quegli accumuli spaventosi apparsi nelle proiezioni modellistiche d’inizio settimana e poi