Previsioni Meteo

Sassari | Nuoro | Cagliari | Oristano | Olbia | Tempio Pausania | Lanusei | Tortolì | Sanluri | Villacidro | Carbonia | Iglesias

Tempesta “Petrine” su Europa occidentale: spettacolare immagine satellitare

Quanto sta avvenendo a ridosso dell’Europa occidentale è realmente uno spettacolo. L’immagine del satellite Terra (NASA), tramite il sensore MODIS, ci dà un’idea della portata dell’irruzione polare in atto. Siamo in grado di distinguere l’ampio fronte freddo, disteso sin sui settori meridionali e orientali della Spagna. A seguito del fronte affluisce l’aria fredda, ben distinguibile dalle nubi convettive marittime (tipicamente a “ciottoli”) sintomo dell’estrema instabilità sull’Atlantico orientale. Abbiamo scelto di proporvi questa rapida analisi perché dovremo tenere d’occhio quel che avverrà proprio sulla Penisola Iberica, laddove si andrà a sviluppare un grosso Vortice di Bassa Pressione i cui effetti ci riguarderanno molto da vicino. Come? Con le piogge, che già domani dovrebbero far breccia sui settori orientali della Sardegna.

Fonte immagine NASA.

Fonte immagine NASA.

Previous Prime, intense piogge mercoledì sera?
Next Mercoledì sera prime piogge. Giovedì maltempo

About author

Potrebbe piacerti anche questo

Analisi Meteosat

Spettacolari immagini in diretta dalle nostre spiagge

Vi proponiamo 5 immagini in diretta dalle web cam, rispettivamente, di Stintino, Alghero, Porto Cervo, Santa Teresa di Gallura e Villasimius dove, nonostante le temperature ancora relativamente fresche, si respira

Analisi Meteosat

Marzo si veste d’inverno: irruzione fredda penetra sul Mediterraneo

L’immagine satellitare di questo inizio di settimana non lascia spazio all’immaginazione: la possente irruzione fredda che fin dai giorni scorsi prendeva possesso di un’ampia fetta dell’Europa s’è distesa sul Mediterraneo.

Analisi Meteosat

A Cagliari sfonda il maestrale bollente: 38°C in pieno centro!

Se fino a 2 ore fa il maestrale era confinato esclusivamente ai settori settentrionali di Cagliari, come analizzato nel REPORT, causando un incredibile divario termico tra gli oltre 40°C di