Previsioni Meteo

Sassari | Nuoro | Cagliari | Oristano | Olbia | Tempio Pausania | Lanusei | Tortolì | Sanluri | Villacidro | Carbonia | Iglesias

Ecco la perturbazione responsabile del maltempo

Come previsto, dopo le avvisaglie domenicali la giornata di ieri – lunedì – ha portato piogge a tratti consistenti in varie zone della Sardegna. Colpiti soprattutto i settori nordorientali, dove in serata si registravano precipitazioni a carattere di nubifragio. Ma cos’è che sta provocando questo sconquasso? Osservando l’immagine del Meteosat, opportunamente rielaborata, possiamo fare chiarezza. Vedete la perturbazione sul nord Africa? Ecco, è lei la responsabile del peggioramento. 

Perturbazione che era scivolata sulle sponde orientali della Spagna e che ora minaccia di riportarsi a sud della nostra regione. Dovremo tenerla d’occhio, perché potrebbe avere ancora delle ripercussioni soprattutto lungo la fascia orientale. Poi, verso il fine settimana, rivolgeremo lo sguardo a nord perché sembra ormai certo l’arrivo di un’altra struttura perturbata ma stavolta a carattere freddo.

Fonte immagine Sat24, rielaborazione grafica a cura della Redazione del Meteo Sardegna.

Fonte immagine Sat24, rielaborazione grafica a cura della Redazione del Meteo Sardegna.

Previous Gli accumuli di pioggia delle ultime 48 ore
Next Mercoledì piogge su est Sardegna, poi variabile. Peggiora forte sabato

About author

Potrebbe piacerti anche questo

Analisi Meteosat

Nevica sul Bruncuspina

Da qualche istante nevica con una certa insistenza sul Bruncuspina, come si evince dall’immagine web cam live dalle piste. La temperature è di -0,2°C con dew point a -4,6°C. Nelle

Analisi Meteosat

Temporale nel golfo di Orosei

Come da attese, e dettagliatamente analizzato QUI, la forte linea di convergenza di masse d’aria al suolo innescatasi sulla Sardegna orientale a causa dell’interferenza del maestrale con l’accidentata orografia, sta

News

Aria prossima alla saturazione lungo le coste!

Il veloce focus live pomeridiano che proponiamo non vuole soffermarsi sulle temperature dell’aria, generalmente nella media del periodo ad eccezione di qualche isolato picco superiore ai 35°C nel medio alto Campidano