Previsioni Meteo

Sassari | Nuoro | Cagliari | Oristano | Olbia | Tempio Pausania | Lanusei | Tortolì | Sanluri | Villacidro | Carbonia | Iglesias

Cosa ha scatenato i temporali?

Il forte nucleo temporalesco, che ha interessanto diverse zone del medio – basso Campidano  e della Trexenta questa mattina, pareva aver assunto le fattezze di una vera e propria supercella temporalesca. Ecco uno scatto satellitare di pochi minuti fa. L’ammasso temporalesco si trova ora davanti alle coste tirreniche sarde e fa bella mostra di se con un evidente e bellissimo overshooting top.
screenshot_2016-10-01-13-27-58
L’overshooting top è una protuberanza verso l’alto che sovrasta l’incudine dei cumulonembi sottostanti. È tipico dei sistemi temporaleschi supercellulari, dove le correnti ascendenti devono essere intensissime, e ciò si verifica quando l’instabilità atmosferica è molto intensa.
Il quadro sinottico è infatti da manuale. Corrente a getto sud occidentale, collegata all’ondulazione ciclonica sin verso l’entroterra africano, che aziona umide e intense correnti di scirocco nei bassi strati. Lo shear positivo è servito.
Alleghiamo anche una foto della nostra amica e lettrice Barbara Grobelocken, che ringraziamo, scattata stamane all’altezza di Sestu.
fb_img_1475325042216
Previous Tempesta temporalesca in atto: nubifragi
Next Meteo settimanale: prima crollo temperature, poi maltempo

About author

Potrebbe piacerti anche questo

Alluvioni

Alluvione Capoterra 2008

Alluvione Capoterra 2008: Meteosardegna, nella figura del meteorologo Matteo Tidili, ha presentato questa mattina al tribunale di Cagliari la consulenza tecnica “Ricostruzione meteorologica dell’evento alluvionale del 22 ottobre 2008 e

Reportage

Gonnosfanadiga la più calda della domenica con 40°C!

La giornata di domenica 19 ha conosciuto l’apice dell’ondata di caldo africana, che tuttavia ci accompagnerà per tutta la settimana, con temperature che, seppur non da record assoluti, si sono

Caldo

Lo scirocco confina i 37°C nell’hinterland di Cagliari

Da qualche ora è in atto sul capoluogo sardo una “lotta”, se così possiamo definirla, tra venti al suolo di scirocco e maestrale. Se fino alle 12,30 il maestrale attraversava,