Previsioni Meteo

Sassari | Nuoro | Cagliari | Oristano | Olbia | Tempio Pausania | Lanusei | Tortolì | Sanluri | Villacidro | Carbonia | Iglesias

Cosa ha scatenato i temporali?

Il forte nucleo temporalesco, che ha interessanto diverse zone del medio – basso Campidano  e della Trexenta questa mattina, pareva aver assunto le fattezze di una vera e propria supercella temporalesca. Ecco uno scatto satellitare di pochi minuti fa. L’ammasso temporalesco si trova ora davanti alle coste tirreniche sarde e fa bella mostra di se con un evidente e bellissimo overshooting top.
screenshot_2016-10-01-13-27-58
L’overshooting top è una protuberanza verso l’alto che sovrasta l’incudine dei cumulonembi sottostanti. È tipico dei sistemi temporaleschi supercellulari, dove le correnti ascendenti devono essere intensissime, e ciò si verifica quando l’instabilità atmosferica è molto intensa.
Il quadro sinottico è infatti da manuale. Corrente a getto sud occidentale, collegata all’ondulazione ciclonica sin verso l’entroterra africano, che aziona umide e intense correnti di scirocco nei bassi strati. Lo shear positivo è servito.
Alleghiamo anche una foto della nostra amica e lettrice Barbara Grobelocken, che ringraziamo, scattata stamane all’altezza di Sestu.
fb_img_1475325042216
Previous Tempesta temporalesca in atto: nubifragi
Next Meteo settimanale: prima crollo temperature, poi maltempo

About author

Potrebbe piacerti anche questo

Neve

Bomba meteo, a marzo si può

Eravamo quattro amici al bar, che volevano cambiare il mondo…della meteorologia in Sardegna. Amici uniti da un unico comun denominatore, la passione per la meteo appunto. Ricordo che al periodo

Reportage

Alluvione a Terramala il 10 ottobre 2010: il P.A.I. va rivisto

Nella località di Terramala, il bacino del Rio S’Arenargiu  non gode di un adeguato strumento urbanistico e tanto meno di un piano di prevenzione del rischio idrogeologico (nel P.A.I. del

Reportage

Splendide cartoline nevose dal Bruncuspina

La giornata di lunedì 9 febbraio 2015 ha segnato la definitiva transizione tra un pattern meteo perturbato freddo per influenza di aria polare marittima e l’ingresso di masse d’aria atlantiche e