Previsioni Meteo

Sassari | Nuoro | Cagliari | Oristano | Olbia | Tempio Pausania | Lanusei | Tortolì | Sanluri | Villacidro | Carbonia | Iglesias

Esplode l’estate

Guardate con noi l’immagine satellitare: cosa si evince? Beh, non potrete non notare l’imponente cintura anticiclonica che abbraccia gran parte dell’Europa. E’ un chiaro sintomo dell’estate che avanza e che sembra aver scelto di rompere gli indugi. Archiviamo un periodo fresco, a tratti ventoso, qualche giornata instabile e temporalesca, ora domina il bel tempo e non c’è dubbio.

Quel vortice temporalesco che si è portato a ridosso della Sicilia non dovrebbe avere alcun effetto su di noi. Produrrà dei temporali, anche violenti, al Sud Italia dove già si registrano fior fior di precipitazioni. Ma non ci interessa. Quel che ci interessa è che si prospetta una seconda metà di settimana davvero splendida e con temperature in aumento. Ci sarà qualche spiraglio temporalesco nelle zone interne? Vedremo…

Fonte immagine Sat24, rielaborazione grafica a cura della Redazione del Meteo Sardegna.

Fonte immagine Sat24, rielaborazione grafica a cura della Redazione del Meteo Sardegna.

Previous Fine giugno e inizio luglio, ecco come evolverà il meteo in Sardegna
Next Con maggio 2016 siamo a 13 mesi consecutivi di caldo record!

About author

Potrebbe piacerti anche questo

Analisi Meteosat

Primi temporali in Ogliastra e Sarrabus visti da Costa Rei

In queste ore si stanno sviluppando le prime celle temporalesche nelle zone interne dell’Ogliastra settentrionale. Convezione che si sta spingendo fino al limite della Troposfera tanto che da Costa Rei,

Analisi Meteosat

Ecco la perturbazione responsabile del maltempo

Come previsto, dopo le avvisaglie domenicali la giornata di ieri – lunedì – ha portato piogge a tratti consistenti in varie zone della Sardegna. Colpiti soprattutto i settori nordorientali, dove

Analisi Meteosat

Rovesci si muovono verso la Sardegna: dove pioverà?

Mentre sulla Sardegna continuano a transitare estesi corpi nuvolosi, alternati da schiarite più ampie sui settori sud occidentali, ad ovest, in direzione del Mar di Sardegna, si scorgono isolate celle