Previsioni Meteo

Sassari | Nuoro | Cagliari | Oristano | Olbia | Tempio Pausania | Lanusei | Tortolì | Sanluri | Villacidro | Carbonia | Iglesias

Maggio è stato decisamente fresco

Dopo mesi passati a confermare bilanci termici positivi, inteso ovviamente come temperature ben superiori alle medie stagionali, ci troviamo dopo chissà quanto tempo a mostrarvi una mappa che vede l’Italia – e la Sardegna – colorata di blu. Che vuol dire? Che secondo il modello NCEPv2 la media mensile è risultata inferiore alla media trentennale di riferimento 1981-2010. Osserviamo la mappa:

Le anomalie termiche continentali del mese di maggio 2016.

Le anomalie termiche continentali del mese di maggio 2016.

Se si eccettuano Toscana e alcune zone del Triveneto, altrove domina incontrastata la colorazione blu. Confrontandola con la scala colorimetrica a lato possiamo dedurre deviazioni negative nell’ordine di 1-2°C (anche in Sardegna). Altra cosa importante da evidenziare è che le anomalie termiche negative hanno riguardato il bacio del Mediterraneo, propagandosi fin sul Mar Nero. Sono proseguite, al contrario, le forti anomalie positive sul nord Europa e in particolare tra Scandinavia e Russia europea.

Previous Primi cenni di cambiamento meteo: sorprese già oggi?
Next Meteo, in arrivo alcuni disturbi. Assenza di caldo, quando la vera estate?

About author

Potrebbe piacerti anche questo

Clima

Febbraio 2016 incredibile: è stato il più caldo di sempre, dati allarmanti

Stiamo parlando di un valore di 1,21°C al di sopra della media del 20° secolo, ovvero della più alta deviazione storica (1634 mesi) per ogni mese dell’anno. E’ riuscito a

Clima

Onu: El Nino sarà devastante come nel 1997/98

Il ritorno del fenomeno meteorologico El Niño nel Pacifico tropicale, in cui le acque si riscaldano causando condizioni estreme, con siccità alternata a piogge torrenziali, inondazioni e più alti livelli

Clima

Freddo? Si, ma gennaio rimane caldo

No, non è un paradosso. Dobbiamo necessariamente considerare l’andamento climatico delle prime due settimane del mese, che come ben sappiamo furono caratterizzate da un blocco anticiclonico responsabile dell’afflusso d’aria assai