Previsioni Meteo

Sassari | Nuoro | Cagliari | Oristano | Olbia | Tempio Pausania | Lanusei | Tortolì | Sanluri | Villacidro | Carbonia | Iglesias

Il maggio che non ti aspetti: è più fresco del normale

La domanda, prima di addentrarci nei dettagli, è: ma quand’è che torneremo a osservare un po’ di normalità termica? Si viene da mesi primaverili fin troppo caldi e temevamo che anche maggio potesse proseguire sulla falsa riga del passato (soprattutto dopo un avvio anticiclonico). Invece, grazie soprattutto al clima dell’ultima settimana, la situazione si è capovolta: per la prima volta dopo tantissimo tempo abbiamo trascorso una prima metà di maggio all’insegna del fresco. Ecco la mappa che lo certifica:

Le anomalie termiche continentali da inizio mese a oggi.

Le anomalie termiche continentali da inizio mese a oggi.

Rammentiamo a chi non lo sapesse che si tratta del modello americano CFSv2 su base dati NCEP ed è in grado di darci una panoramica delle anomalie termiche in un dato periodo raffrontando l’andamento delle temperature con la media trentennale 1981-2010. Concentrando l’attenzione in Sardegna, vediamo valori inferiori alla norma di circa 1°C o poco più. Il fresco ha coinvolto un po’ tutta l’Italia, eccezion fatta per alcune zone del Nordest e della Toscana, ma possiamo apprezzare anche le anomalie negative su gran parte del comparto mediterraneo e sui Balcani. Il caldo, al contrario, ha continuato a interessare l’Europa del nord specie tra Scandinavia orientale e Russia europea.

Previous Ecco perché il Maestrale non vuole lasciarci
Next Vento anche nei prossimi giorni!

About author

Potrebbe piacerti anche questo

Clima

Riscaldamento globale, 2015 “annus horribilis”: ma è davvero così?

La strada intrapresa nel 2015, sul fronte del riscaldamento globale, è a dir poco preoccupante: secondo gli esperti è sempre più probabile la realizzazione dell’anno più caldo di sempre. Nei

Clima

El Nino sempre più intenso: quali conseguenze?

Abbiamo annunciato in questo EDITORIALE la presenza del Nino, anomalo riscaldamento delle acque del Pacifico al largo delle coste sud americane, durante la prossima stagione estiva con importanti conseguenze a livello

News

Sulle Alpi perso il 40% di ghiaccio in 50 anni

La superficie dei ghiacciai sulle Alpi si è ridotta del 40% in poco più di 50 anni, passando dai 519 km quadrati del 1962 agli attuali 368 km. Il dato