Previsioni Meteo

Sassari | Nuoro | Cagliari | Oristano | Olbia | Tempio Pausania | Lanusei | Tortolì | Sanluri | Villacidro | Carbonia | Iglesias

Temperature superiori alla norma: febbraio è stato terribile

Se non fosse che è tornata la pioggia, a più riprese, il quadro climatico non ha proposto sostanziali cambiamenti. Dopo un gennaio 2016 che ha segnato le più pesanti anomalie termiche positive a livello planetario (è risultato il gennaio più caldo di sempre), anche febbraio promette battaglia. La mappa rappresentante le deviazioni dalla media trentennale di riferimento (1981-2010) non lascia alcun dubbio: il caldo anomalo è stato impressionante, in tutta Europa. Osserviamola insieme:

Le anomalie termiche del mese di febbraio 2016

Le anomalie termiche del mese di febbraio 2016

Si fa prima a indicare le pochissime zone d’Europa che hanno registrato temperature inferiori alla media, ovvero qualche zona della Penisola Iberica occidentale, il Regno Unito e alcune aree della Norvegia. Altrove i termometri hanno stazionato di tanti, troppi gradi oltre la norma. Le anomalie diventano più consistenti procedendo verso est, diventando terribili in Russia con oltre 10°C di scostamento.

In Italia leggiamo anomalie di 2-3°C, con punte di 3-4, anche 5°C in Emilia e lungo l’Adriatico. Per quel che concerne la Sardegna, a ovest termometri su di circa 0,5/1°C, a est 1-2°C circa.

Previous Vortice di Bassa Pressione a est della Sardegna
Next Breve tregua: domani tornerà la pioggia

About author

Potrebbe piacerti anche questo

clima della Sardegna

Il clima nei paesi sardi: SANLURI

Sanluri è un importante centro, il cui territorio si estende tra Campidano e Marmilla, che si trova a metà strada tra Cagliari e Oristano ed è oggi alla pari di

Clima

Ecco quanto ha fatto caldo nelle prime 2 settimane di Luglio

Proseguiamo le nostre analisi climatiche proponendovi una panoramica sulle principali anomalie termiche delle prime 2 settimane di luglio. Come consuetudine osserveremo quanto accaduto non soltanto in Sardegna ma su gran

Clima

Il buco dell’ozono riprende ad allargarsi

Negli ultimi anni sembrava che nulla potesse impedire al buco nell’ozono, presente sopra al continente antartico, di richiudersi. In passato aveva raggiunto dimensioni di circa 30 milioni di chilometri quadrati,