Previsioni Meteo

Sassari | Nuoro | Cagliari | Oristano | Olbia | Tempio Pausania | Lanusei | Tortolì | Sanluri | Villacidro | Carbonia | Iglesias

Domenica la giornata più brutta

Il maltempo sta per entrare nel vivo e già nelle prossime ore pioverà discretamente in varie zone dell’Isola. Pioverà anche domani, ma è sabato che inizieremo a percepire gli effetti del Vortice di Bassa Pressione. Come preannunciato nel precedente articolo, il weekend e lunedì dovremo affrontare una fase di violento maltempo. Tra le tre giornate, la peggiore dovrebbe risultare quella di domenica. Va detto che trattandosi di una complessa configurazione ciclonica, la situazione potrebbe evolvere rapidamente anche a ridosso degli eventi. Premesso ciò, vediamo cosa dice il nostro modello ad alta risoluzione per domenica:

Gli accumuli di pioggia previsti per domenica 28 febbraio.

Gli accumuli di pioggia previsti per domenica 28 febbraio.

E’ da tempo che non si vedeva una Sardegna coperta, pressoché uniformemente, di pioggia. Gli accumuli più consistenti dovrebbero riguardare il Sulcis Iglesiente (60-70 mm), poi a seguire (40-50 mm) la Gallura, l’algherese e il Golfo di Oristano. Trattandosi di accumuli notevoli, non escludiamo locali nubifragi e situazioni di disagio (qualche allagamento).

Previous In Sardegna pioggia dal pomeriggio: più forti a ovest
Next Sardegna, meteo da "lupi" nel weekend: piogge, temporali, tanta neve in montagna

About author

Potrebbe piacerti anche questo

Sotto la lente

Crollo delle temperature per la Befana: anche 10°C in meno

Grado più grado meno, non dovrebbero esserci più grossi dubbi circa l’ondata di freddo che investirà anche la Sardegna nel weekend dell’Epifania. Non arriverà il gelo che colpirà l’Italia orientale

Sotto la lente

Torna la neve in montagna: a che quota?

Da stasera arriverà il freddo. Freddo che prenderà piede a causa dei forti venti del Maestrale e che accompagnerà l’ondata di maltempo. Confermiamo il ritorno della neve sui monti, ma

Sotto la lente

Mercoledì assaggio di temporali? Ecco dove

I primi segni di cedimento della struttura anticiclonica africana li potremo registrare già mercoledì 2 settembre: il nucleo di aria fredda scandinava inizierà a scivolare verso i settori occidentali del Mediterraneo dove