Previsioni Meteo

Sassari | Nuoro | Cagliari | Oristano | Olbia | Tempio Pausania | Lanusei | Tortolì | Sanluri | Villacidro | Carbonia | Iglesias

Peggioramento meteo, nuove piogge. Forte maltempo weekend, neve in montagna

EVOLUZIONE 7 GIORNI: PREVISIONI METEO SINO AL 1° MARZO 2016
Fase di bel tempo agli sgoccioli e meteo che si appresta parecchio a movimentarsi nei prossimi giorni. Cambiamento meteo che si avvertirà già a metà settimana, quando è atteso da ovest un primo incisivo impulso perturbato. In questa fase si avrebbe quindi il ritorno delle precipitazioni sulla Sardegna, sebbene non particolarmente intense.

Tra giovedì e venerdì i fenomeni piovosi interesseranno principalmente le aree occidentali ed interne, mentre invece la parte orientale dell’Isola resterà in ombra e potrà anche godere di ampie schiarite. Tornerà poi a cadere qualche fiocco di neve in montagna, ma solo sulle cime al di sopra dei 1500-1600 metri. Sarà questo solo l’antipasto del maltempo successivo.

Fine settimana che si preannuncia ben più perturbato. Il meteo si preannuncia ricco di precipitazioni, le quali potranno risultare anche intense, specie sui settori di ponente. Il maltempo si accompagnerà ad un progressivo calo termico e la neve cadrà quindi copiosa sui maggiori rilievi, per via di correnti d’aria più fredda polare o artica. Ciò significa un meteo più invernale, che ci accompagnerà anche per l’inizio di marzo.

COSA ATTENDERCI NELLE NOSTRE ZONE
Mercoledì 24 febbraio qualche incertezza in avvio di giornata, con locali piovaschi sui settori occidentali. A seguire prevarranno ampie schiarite con generale bel tempo nella seconda parte della giornata. Venti ancora sostenuti occidentali, ma in attenuazione serale. Temperature stabili o in ulteriore lieve diminuzione.

Giovedì 25 ancora bel tempo nelle prime ore del giorno, poi tende a peggiorare per l’arrivo di una perturbazione da ovest. Saranno possibili piogge o rovesci temporaleschi nel pomeriggio sui settori ovest. Neve possibile sul Gennargentu oltre i 1600 metri. Temperature in rialzo. Venti meridionali, in successiva rotazione serale da ovest-nord/ovest.

sardegna meteo giovedi 25

Venerdì 26 meteo incerto, con ulteriori possibili precipitazioni sporadiche sulle zone occidentali, in attenuazione nella seconda parte del giorno. Spazi di sereno ampi sulla costa orientale. Venti occidentali deboli o moderati. Nuovo calo termico, più avvertito ad ovest. Peggiora ulteriormente dalla notte.

Sabato 27 peggioramento in giornata, con precipitazioni diffuse dal pomeriggio-sera a partire dalle zone occidentali. Venti forti in genere meridionali, locali raffiche di burrasca.

Domenica 28 ulteriore peggioramento, frequenti piogge e rovesci anche a carattere temporalesco. Nevicate a partire dai 900-1000 metri.

Tendenza meteo successiva: spiccata instabilità invernale, con arrivo d’aria più fredda. Attese piogge frequenti, ulteriori nevicate sui rilievi e venti sostenuti.

PREVISIONI METEO LUNGO TERMINE, IN BREVE
Prima parte di marzo che potrebbe vedere scenari a tratti instabili e con altro freddo che potrebbe giungere dopo il 4 marzo, assieme al maltempo. Possibile colpo di coda dell’inverno, da confermare. Vivremo comunque probabilmente altre fasi perturbate e con nuove precipitazioni.

Previous C'è ancora spazio per un po' d'inverno
Next E' attesa una settimana di grandi piogge

About author

Potrebbe piacerti anche questo

Previsioni

La prossima settimana esordirà con temporali pomeridiani?

La TENDENZA METEO proposta nei giorni scorsi in riferimento all’inizio della prossima settimana trova ulteriori conferme negli aggiornamenti modellistici odierni. Si conferma il regime sinottico di lacuna barica almeno fino alla giornata

Previsioni

Prima del freddo servono le piogge

E non le piogge cadute questa notte, ma piogge che possano coinvolgere ampie fette del nostro territorio per più giorni. Quelle della notte erano a carattere di nubifragio e quando

Breve termine

Aria mite Sahariana, arrivano piogge

La mutevolezza climatica della Sardegna può piacere o non piacere, certo è che nell’arco di 24 ore siamo passati da temperature localmente gelide a temperature da primavera inoltrata. Lo sapevamo,