Previsioni Meteo

Sassari | Nuoro | Cagliari | Oristano | Olbia | Tempio Pausania | Lanusei | Tortolì | Sanluri | Villacidro | Carbonia | Iglesias

Freddo? Si, ma gennaio rimane caldo

No, non è un paradosso. Dobbiamo necessariamente considerare l’andamento climatico delle prime due settimane del mese, che come ben sappiamo furono caratterizzate da un blocco anticiclonico responsabile dell’afflusso d’aria assai mite dal nord Africa. Il calo termico degli ultimi giorni, seppur marcato, non è servito a ripianare le possenti anomalie termiche del periodo precedente. La mappa americana NCEP CFSv2, che tiene conto della media termica trentennale 1981-2010, parla chiaro:

Le anomalie termiche in Europa dal giorno 01 al 19 gennaio 2016.

Le anomalie termiche in Europa dal giorno 01 al 19 gennaio 2016.

E’ evidente la netta contrapposizione tra l’Europa dell’ovest e il resto del continente. Su Francia, Penisola Iberica, Italia, Balcani e Grecia – oltre ai settori occidentali della Germania – le temperature hanno stazionato ostinatamente al di sopra della media. Parliamo di 2-3, anche 4°C in più. Per quanto riguarda l’Italia, dobbiamo sottolineare l’anomalia diffusa eccezion fatta le aree alpine e la bassa Val Padana occidentale.

La Sardegna è risultata la regione più “calda”, se preferite più mite, con punte di 2-3°C oltre la media trentennale di riferimento. Il clima mite si è fatto sentire maggiormente a ovest. Insomma, affinché gennaio possa concludersi all’insegna della normalità termica v’è necessità di altre irruzioni fredde degne di questo nome.

Previous Meteo ancora instabile. Anticiclone in vista dal weekend, quanto durerà?
Next Il maltempo a nord entra nel vivo: forti piogge

About author

Potrebbe piacerti anche questo

Clima

Seconda metà di settembre fresca: anche in Sardegna

C’eravamo lasciati con un’analisi parziale sull’andamento termico europeo e in particolare sulle anomalie di temperatura registrate nelle prime tre settimane di settembre. Vogliamo rinfrescarci la memoria? Leggete QUI. Il caldo

Clima

Riscaldamento globale, 2015 “annus horribilis”: ma è davvero così?

La strada intrapresa nel 2015, sul fronte del riscaldamento globale, è a dir poco preoccupante: secondo gli esperti è sempre più probabile la realizzazione dell’anno più caldo di sempre. Nei

Clima

In Europa la peggiore siccità dal 2003

Negli appena trascorsi mesi di giugno e luglio la maggior parte del continente europeo è stato colpito da una grave siccità, tra le peggiori mai registrate dal 2003. Lo afferma l’ultimo rapporto