Previsioni Meteo

Sassari | Nuoro | Cagliari | Oristano | Olbia | Tempio Pausania | Lanusei | Tortolì | Sanluri | Villacidro | Carbonia | Iglesias

Instabilità sino a mezzanotte: attese altre piogge e nevicate

L’ultima scansione radar, di oltre un’ora fa, fotografa una distribuzione dei fenomeni che rispecchia l’andamento del vento: da nordovest (Maestrale) verso sudest. Ci ripetiamo per l’ennesima volta: i maggiori massicci montani, disposti trasversalmente, continuano a catturare le precipitazioni.

06-01-2016 19-47-42

I più intensi interessavano, al momento della rilevazione, le zone di Tempio, Ozieri e Sassarese-Meilogu. Ma quel che è importante evidenziare è che gli impulsi d’aria fredda non sono ancora terminati e l’instabilità proseguire anche nelle prossime ore. Ecco la mappa che fotografa gli accumuli precipitativi nell’arco temporale compreso tra le 21 e le ore 24 del 07 gennaio:

Gli accumuli precipitativi dalle  ore 21 alla mezzanotte del 07 Gennaio.

Gli accumuli precipitativi dalle ore 21 alla mezzanotte del 07 Gennaio.

I fenomeni più consistenti continueranno ad interessare i rilievi più importanti, specificamente le aree cosiddette “sopravento”. Sul Gennargentu, oltre 1200 metri, cadrà altra neve.

Previous Evoluzione prossime 12 ore: tutto su pioggia e neve
Next Prima neve del 2016 a S'Arena, Desulo: foto e video

About author

Potrebbe piacerti anche questo

Cronaca

DIRETTA METEO: irrompe l’aria fredda al sud e scoppiano i primi temporali!

Come da attese, l’aria fredda e secca continentale sta affluendo in queste ore, seguendo il margine orientale e meridionale del promontorio anticiclonico sub tropicale esteso su buona parte dell’Europa centrale

Cronaca

Diretta Meteo: città della Sardegna fredde come quelle della Val Padana

L’anomalo Clima che quest’anno interessa tutto l’Emisfero Nord, influenza anche la Sardegna con persistenti condizioni di bel tempo invernale. Tuttavia siamo a Dicembre inoltrato e il clima – specie di notte

News

Sardegna, resistono i poli di gelo nell’interno

Nonostante l’alta pressione sul Mediterraneo stia per assumere caratteristiche sub tropicali, con conseguente invio di masse d’aria molto miti ed umide che limiteranno diffusamente il raffreddamento notturno (per dettagli, vedi