Previsioni Meteo

Sassari | Nuoro | Cagliari | Oristano | Olbia | Tempio Pausania | Lanusei | Tortolì | Sanluri | Villacidro | Carbonia | Iglesias

Neve in montagna per la Befana

La porta (finalmente) aperta atlantica continua a pilotare sul Mare Nostrum e sulla nostra Isola impulsi perturbati.

Per le prossime ore è atteso il transito di una linea frontale a carattere freddo, in seno ad un’ondulazione ciclonica ora sulla Penisola Iberica, responsabile di precipitazioni a carattere sparso e di un’ulteriore moderata diminuzione delle temperature.

Trattasi di aria “polare marittima”, aria che proviene dal comparto canadese e dal nord Atlantico, piuttosto umida, fresca ed instabile, ma non particolarmente fredda. Infatti viene tradizionalmente definita “intermedia”, poiché scorre tra il bordo settentrionale dell’alta delle Azzorre a sud e le masse d’aria più fredde d’estrazione artica a nord.

Come già ampiamente sottolineato nei precedenti aggiornamenti, le tese correnti tendenzialmente nord-occidentali favoriranno accumuli pluviometrici più cospicui sul comparto occidentale dell’Isola e sulle aree collinari e montuose sopravvento.

La neve cadrà specie sul comparto del Gennargentu, accumuli significativi dai 1200-1300 metri di quota. Sui paesi più alti paesi barbaricini pioverà e farà piuttosto freddo, qualche fiocco bagnato durante le precipitazione più intense potrebbe fare la sua comparsa, ma tendiamo ad escludere depositi o accumuli degni di nota.

Almeno una festa, quella della Befana, si accompagnerà ad un clima più consono alla letteratura invernale, a vantaggio dei molti che sceglieranno la montagna per chiudere questo lungo e tradizionale trend festivo.

E i modelli numerico previsionali continuano a fiutare l’arrivo di un periodo decisamente più freddo dopo la metà del mese. Sarà finalmente vero inverno? Seguiteci nei prossimi aggiornamenti.

Ci ritorneremo.

Meteo Epifania

Meteo Epifania

Previous Google news sceglie Meteo Sardegna.it
Next Sardegna sotto tiro dell'aria fredda: forte instabilità

About author

Potrebbe piacerti anche questo

News

L’estate riparte alla grande!

Dopo una settimana, quella scorsa, in grado di proporci sussulti instabili pomeridiani coinvolgenti ecco che l’intervento dell’Alta delle Azzorre metterà a tacere anche quei pochi acquazzoni – più spesso piovaschi

News

Estate senza fine, al Poetto si fa il bagno a metà novembre

Metà novembre ormai passata eppure, grazie alla splendida giornata garantita dall’alta pressione delle Azzorre ormai stazionario sul Mediterraneo, si continua ad andare al mare e dalla spiaggia del Poetto arrivano

News

Rete Arpas: ieri 5 stazioni a ridosso dei 36°C

Nella giornata di ieri abbiamo avuto modo di sperimentare i primi picchi di calore sul sud dell’isola e ad est a causa dell’intervento di forti raffiche di ponente. Le temperature,